fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Argomento: Poesia
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

World Festival poetry: Reading di poeti della Sicilia Orientale alla Biblioteca Comunale di Modica per dire  il loro “No War – Hug Peace” 

 

Ragusa, 16 giugno 2019 – Il prossimo 21 giugno , dalle ore 17,00 alle 19,30 , presso la Biblioteca Comunale “S.Quasimodo” di Modica si terrà un evento che avverrà in contemporanea in tantissimi  paesi di tutto il mondo, e al quale porteranno il loro saluto il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, e l’assessore alla cultura, Maria Monisteri.  

Si tratta del World Festival poetry, che è  un organismo fondato a Vancouver e ormai rappresentato in 160 nazioni, e  che fonda il suo attivismo poetico sul potere della parola per sancire i diritti umani, reclamare la dignità di ogni nazione e combattere o denunciare le ingiustizie, e per costruire un mondo di pace.

A questa iniziativa, denominata J-21 INITIAKTIVES e che si terrà in simultanea nei cinque continenti,  ha aderito il Caffè Letterario “S. Quasimodo di Modica”, anche  per ricordare  i 60 anni della consegna a Quasimodo del  Premio Nobel per la Letteratura. 

Come slogan di tale manifestazione mondiale è stato scelto   “NO WAR – HUG PEACE”,  che  vuol essere un urlo  pacifista per richiamare l'attenzione della gente e dei governi verso un impegno per la ricerca della pace. Coordinatori dell’iniziativa sono stati nominati Luz Maria Lòpez, direttrice continentale per le Americhe; Hilal Karahan, poetessa turca, con il ruolo di direttore intercontinentale di tutti gli eventi che si svolgeranno in Turchia e nei paesi limitrofi; la poetessa siriana Malak Sahioni, responsabile per le iniziative internazionali del  World Festival poetry; Aminur Rahman, direttore continentale per l’Asia; Nnanne Ntube, direttrice continentale per l’Africa; Fatima Nazzal , direttrice per il Medio Oriente; Claudia Piccinno, poetessa italiana, come  direttrice continentale per l’Europa. 

World Festival poetry organizza quattro eventi all'anno, dove protagonista è la parola. In questa occasione ha scelto  il solstizio d'estate per auspicare un rinnovamento poetico, fatto di piccoli gesti concreti e tanta armonia. 

“Siamo stati invitati a prendere parte a questo evento internazionale, afferma Domenico Pisana, Presidente del Caffè Letterario Quasimodo, e con piacere mi sono attivato per coinvolgere  nell’iniziativa anche poeti della Sicilia Orientale;  sono , infatti, personalmente convinto che  il poeta, per dirla con Heidegger, è l’uomo della soglia, l’uomo della frontiera, del confine, nel senso che fiuta un pericolo, il disagio del suo tempo, intuisce ciò che altri forse non intuiscono, e quando intuisce ‘traduce’, cioè porta quel disagio, quel pericolo dentro un linguaggio che parte dalla vita e alla vita ritorna. Direi allora – e mi avvalgo di Novalis – che in questa iniziativa il  poetare è come ‘tradurre’ vivendo al confine, che è quel luogo interiore, quello spazio dell’anima dove il poeta parla il linguaggio dell’essere, della spiritualità, della pace, dei modelli, dei principi, dei valori della solidarietà e della giustizia,  non tanto per fissare canoni estetici ma per fornire un importante contributo alla società e al mondo in cui vive, e caricando, così, il suo operato di responsabilità. Il linguaggio della poesia – prosegue Pisana - diventa insomma servizio a favore dell’altro in qualunque parte del mondo esso si trovi, servizio per la comunità civile, e il poeta un costruttore di pace e di bellezza testimoniata attraverso il nesso tra etica ed estetica della poesia.

L’evento di Modica  vedrà un Reading con la partecipazione di 21 poeti, sia dell’Area ragusana (Pippo Di Noto, Giovanni Occhipinti, Salvo Micciché, Marinella Tumino, Giovanna Drago, Raffaele Puccio, Giovanna Vindigni, Silvana Blandino, Franca Cavallo, Gianni Di Giorgio, Carmelo Di Stefano, Antonella Monaca, Elia Scionti, Grazia Dormiente, Salvatore Paolino e  Lucia Trombadore) e dell’Area siracusana (Giovanna Alecci, Corrado Di Pietro, Giuseppe Blandino, Ignazia Iemmolo).  

Lo svolgimento del Reading consisterà in una lettura di testi da parte dei poeti partecipanti, intervallati da brani musicali e vocali a cura del “Duo Estrella” , composto dal  M° Lino Gatto, alla chitarra, e Ilde Poidomani, voce.

 Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia Poesia


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry