fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Argomento: Storia, Mostre
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ragusa, 28 ottobre 2021 — Sabato 30 ottobre 2021, dalle ore 09.00 alle ore 13.00, l’Archivio di Stato di Ragusa effettuerà un’apertura straordinaria della propria sede (Viale del Fante, 7 – Ragusa).

Nell’occasione sarà possibile visitare la Mostra documentaria “Una, libera e potente. Il Risorgimento siciliano tra le carte d’archivio”. L’esposizione, allestita presso i locali di Viale del Fante 7 a Ragusa, propone testimonianze archivistiche inedite di grande interesse, all’interno di un percorso che va dai moti del 1820-21 a quelli del 1848, fino ad arrivare agli eventi del 1860-61 e agli anni immediatamente successivi all’Unità d’Italia, rappresentando un indubbio strumento di riflessione per quanti siano interessati ad approfondire il tema del Risorgimento siciliano.

Oltre che nella giornata di sabato 30 ottobre, la mostra sarà aperta al pubblico fino al 31 maggio 2022, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:30 alle ore 15:30.

L’accesso avverrà mediante esibizione del Green pass e nel rispetto delle vigenti normative anti-Covid19.

Sono previste speciali visite guidate per le scolaresche interessate a partecipare.

 

Per info e prenotazioni, si invia a contattare l’Archivio di Stato di Ragusa al numero +39.0932.622200 o all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Vincenzo Cassì (direttore dell'Archivio di Stato di Ragusa)

Storia  


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry