fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 12 novembre 2015 – Tre primi Premi in poche settimane per il poeta ibleo Dario Pepe, uno tra i più qualificati   giovani autori del panorama letterario italiano. Dopo essersi classificato al primo posto, recentemente, al Premio “Una poesia per la pace” a Racalmuto, e al Concorso Internazionale di Poesia “Messina Città d’Arte”, domenica scorsa ennesima emozione perché gli è stato conferito il primo premio della IV edizione del Premio letterario “Il Murgo Gioiosano”. 

Dario Pepe ha vinto per la sezione poesia con l’opera “Lontano”.  La cerimonia di premiazione si è svolta al Cine Teatro “F. Borà” di Gioiosa Marea (Me). Si tratta di un premio di rilevanza nazionale, organizzato dal salotto culturale “H2 Donne in circolo”. La serata aperta da un commovente omaggio alla campionessa di atletica leggera Annarita Sidoti, scomparsa alcuni mesi fa, è stata  allietata dalla presenza dei comici Nando Timoteo (da “Colorado”) e Scossa (da “Made in Sud”).

La qualificata  Giuria tecnica era composta dal giornalista della trasmissione “Quarto Grado” Simone Toscano, dalla scrittrice Titti Preta, dal giornalista Valerio Barghini, dal docente di Storia e Filosofia Salvo Vitale e dall’attore Alberto Molonia. Dario Pepe è autore, tra l’altro,  del volume “Non plus ultra” (Bastogi Editrice) (2012) accompagnata dalla prefazione di Giovanni Occhipinti, uno dei più quotati scrittori siciliani viventi, nonché caro amico dell’autore  e della plaquette “Nel profondo” (Vitale Edizioni). L’amore, la giovinezza, il desiderio carnale, la frustrazione erotica, la solitudine, la morte: questi i temi ricorrenti nella poesia di Dario Pepe. Un autore che predilige  principalmente tematiche esistenziali, che prendono il via da eventi autobiografici, trasfigurati attraverso metafore e similitudini. Tra gli autori che hanno influenzato maggiormente le sue poesie vi sono Giacomo Leopardi, Edgar Allan Poe, Paul Eluard e Giuseppe Piccoli. 

 

Dario Pepe è nato nel 1980 a Lentini e vive attualmente a Ragusa. 

Laureatosi in lettere classiche, svolge la professione di docente di italiano, latino e greco presso gli istituti superiori della provincia di Ragusa. 

Coltiva da molti anni la passione per la poesia e ha partecipato a vari concorsi letterari, ricevendo premi e segnalazioni, tra cui il Premio di Poesia Giovanile “Mario Gori” a Ragusa (ed. 2006 – 1° classificato), il Premio Agorà ad Augusta (ed. 2006 – 1° classificato), il Premio “Prof. Francesco Florio” a Licata (ed. 2013 – finalista), il Concorso letterario nazionale “Pentelite” a Sortino (ed. 2014 - 2º classificato), il premio “Le ali di Pindaro” a Procida (ed. 2014 – finalista), il Premio letterario “Il Giardino di Babuk – Proust en Italie” presso l’Associazione Culturale “La Recherche” (ed. 2015 – finalista), il Premio letterario “Progetti di armonia” a Sortino (ed. 2015 – segnalazione di merito), il Premio Nazionale “Alessio di Giovanni” a Raffadali (ed. 2015 – segnalazione di merito), il Concorso nazionale di poesia “La vita in versi” a Cefalù (ed. 2015 – “Premio speciale stampa gratuita”), il Concorso letterario nazionale “Pentelite” a Sortino (ed. 2015 – menzione di merito), il Concorso Internazionale di Poesia “Messina Città d’Arte” (ed. 2015 – 1° classificato), il Premio “Una poesia per la pace” (ed. 2015 . 1° classificato), il 

Premio Letterario “Il Murgo gioiosano” (ed. 2015 – 1° classificato).

 

E’ presente nelle antologie Domenico Napoleone Vitale 2011Domenico Napoleone Vitale 2013, Domenico Napoleone Vitale 2014, edite dall’Associazione Artemia/ Culturcalabria, nell’antologia Ho conosciuto Gerico (2013 Edizioni Ursini Catanzaro), nell’antologia L’orto botanico di Monsieur Proust a cura di Giuliano Brenna e Roberto Maggiani (e-book in www.larecherche.it) , nell’antologia Sentire 54 (2014 Pagine Editrice Roma), nell’antologia Alda nel cuore (2015 Edizioni Ursini Catanzaro), nell’antologia del IV Premio letterario “Progetti di armonia” e sul periodico letterario Pentelite – Scrittture letterarie e divagazioni artistiche n. 1 (2015 Morrone editore). 

 

Sue poesie sono state tradotte in spagnolo e pubblicate sulla rivista letteraria argentina El Nuevo Dia.

 

Giovannella Galliano


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry