fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Libri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Modica, 16 febbraio 2020 – Sarà dedicato allo scrittore siracusano catanese Corrado Di Pietro l’XI  appuntamento del Caffè Letterario Quasimodo di Modica, che si terrà alle ore 17,30 al Palazzo della Cultura il prossimo 22 febbraio nel quadro della Stagione culturale 2019-2020 del circolo culturale modicano.

La serata, che sarà coordinata da Domenico Pisana, Presidente del Caffè Quasimodo,, vedrà la presentazione del romanzo di Di Pietro dal titolo "Cassandra. Nel nome il mio destino”, edito da Algra Editore.  

A presentare il volume sarà Sebastiano Lupo, saggista, pedagogista e psicoterapeuta; brani del romanzo saranno interpretati da Assunta Adamo della Compagnia “Piccolo Teatro” di Modica, e Giovanni Blundetto della Compagnia teatrale “I Caturru” (Giovanna Drago e Giovanni Blundetto) di Scicli. L’incontro sarà arricchito da intermezzi musicali al pianoforte a cura  di Carmelo Napolitano dell’Istituto Musicale “V. Bellini” di Catania.

«In questo romanzo – dice Domenico Pisana – l’autore conduce il lettore dentro le tappe della  infelice esistenza di una donna, Cassandra, il cui nome sembra condizionare la sua vita e farsi destino e segno di una discesa nell’inferno della coscienza individuale e collettiva. A questa problematica Corrado Di Pietro dedica le pagine della sua narrazione, raccontando la storia di Cassandra Politi, una bellissima giovane costretta a sposare il barone Cesare Iudica di Baulì, alla fine dell’Ottocento, in un paese siciliano della provincia siracusana. Si tratta di una storia vera che apre uno spaccato della società siciliana a cavallo fra ottocento e novecento». 

Corrado Di Pietro vive e opera a Siracusa. Poeta, saggista, critico d’arte e letterario, studioso di etno-antropologia, per molti anni è stato direttore artistico del Festival dell’Opera dei Pupi di Sortino e membro di numerose giurie di poesia e narrativa. Per la sua attività professionale è stato insignito con il titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica, dal presidente Ciampi nel 2000. Per la sua attività culturale gli sono stati conferiti molti riconoscimenti. Inoltre ha vinto numerosi premi letterari. Molto varia è la sua produzione letteraria e saggistica.

 

 Modica Locandina


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry