fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy


Ondaiblea la Rivista del Sudest

Cronaca
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Siracusa, 16 dicembre 2015 – Già da questo mese una buona parte dei cittadini di Siracusa troverà nella bolletta dei consumi dell’acqua un riquadro contenente alcuni consigli utili per prevenire le truffe. 

Lo spazio, inserito nel riquadro in alto a sinistra dell’allegato bollettino postale, è stato sviluppato dall’Arma dei Carabinieri di Siracusa unitamente alla Società S.I.A.M. S.p.a., che gestisce il servizio pubblico di erogazione dell’acqua, al fine di avviare una forte e capillare campagna di sensibilizzazione utile a prevenire le numerose truffe perpetrate in danno di ignari consumatori spesso tratti in inganno, nello specifico settore delle erogazioni di utilità e servizi, da sedicenti operatori. 

Il riquadro si sostanzia in un decalogo di raccomandazioni: dieci semplici consigli che, se osservati, aiutano il cittadino a non cadere trappola delle truffe che i malintenzionati tentano ogni giorno di realizzare utilizzando ogni forma di comunicazione possibile, dalla vendita porta a porta al contatto telefonico, sino alle mail sugli indirizzi personali di posta elettronica o sulle pagine personali nei social network con reindirizzo a siti di fishing on line per la clonazione delle carte di credito o di altri dati sensibili. Particolare attenzione è stata rivolta ai consigli destinati alle persone anziane, particolarmente prese di mira dai truffatori in ragione della loro buona fede. 

Il decalogo è stato stampato in circa 15.000 esemplari, pari al numero di bollette inviate all’utenza. Complessivamente, nei mesi a seguire, i consigli forniti dall’Arma dei Carabinieri raggiungeranno circa 50.000 famiglie, riuscendo a realizzare una capillare campagna informativa “a domicilio” i cui contenuti, sia in termini preventivi che di contrasto, potranno essere sviluppati dagli interessati presso tutte le Stazioni Carabinieri dislocate sull’intero territorio provinciale o attraverso un aiuto immediato sul numero di emergenza e pronto intervento 112, attivo sette giorni su sette, 24 ore al giorno.      

 

 

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI SIRACUSA

Campagna informativa sulla prevenzione delle truffe

  “DIECI CONSIGLI PER NON FARTI TRUFFARE!

 

1) Nessun Ente o azienda di pubblica utilità invia a casa i propri incaricati per riscuotere il pagamento delle bollette, effettuare rimborsi o sostituire banconote false “date erroneamente”;   

2) Accerta sempre l’identità di chi suona alla porta ed il motivo della sua visita;

3) Anche se si presenta distinto e dai modi affabili, o con vestiario personalizzato con i loghi aziendali, dichiarando di essere un dipendente/tecnico, prima di aprire richiedi in visione un tesserino identificativo e, nel dubbio, contatta i Carabinieri al 112 o l’azienda al numero verde 800582273 o 09311988911 (solo da rete mobile);

4) Diffida delle offerte troppo vantaggiose e non rispondere ad sms/e-mail con allegati (da non aprire e cestinare!) che propongano l’attivazione gratuita di nuovi contratti o la modifica dei preesistenti a condizioni più convenienti, chiedendo l’invio di numeri di carte di credito e/o coordinate bancarie; 

5) Non aderire a pagamenti od offerte che ti vengono proposti associando l’azienda di pubblica utilità a sedicenti iniziative di raccolta fondi svolte da associazioni benefiche o parrocchie;

6) Non firmare nulla che non ti sia chiaro, e diffida di chi ti metta fretta nel farlo;

7) Diffida dalla vendita a domicilio di dispositivi relativi all’impianto o alla sicurezza domestica; 

8) Rivolgiti a persone di fiducia più esperte di te con cui esaminare attentamente le clausole dei contratti;

9) Non seguire il finto operatore nella lettura del contatore esterno, un altro finto tecnico potrebbe approfittare della tua assenza e rubare all’interno dell’abitazione;

10) In caso di dubbi o difficoltà contatta la Stazione Carabinieri del tuo Comune o il numero di emergenza 112, attivo anche di notte.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni 

Logo Ondaiblea


  

#Siracusa, 16 dicembre 2015 – Già da questo mese una buona parte dei cittadini di Siracusa troverà nella bolletta dei consumi dell’acqua un riquadro contenente alcuni consigli utili per prevenire le truffe. 

Lo spazio, inserito nel riquadro in alto a sinistra dell’allegato bollettino postale, è stato sviluppato dall’Arma dei Carabinieri di Siracusa unitamente alla Società S.I.A.M. S.p.a., che gestisce il servizio pubblico di erogazione dell’acqua, al fine di avviare una forte e capillare campagna di sensibilizzazione utile a prevenire le numerose truffe perpetrate in danno di ignari consumatori spesso tratti in inganno, nello specifico settore delle erogazioni di utilità e servizi, da sedicenti operatori. 

Il riquadro si sostanzia in un decalogo di raccomandazioni: dieci semplici consigli che, se osservati, aiutano il cittadino a non cadere trappola delle truffe che i malintenzionati tentano ogni giorno di realizzare utilizzando ogni forma di comunicazione possibile, dalla vendita porta a porta al contatto telefonico, sino alle mail sugli indirizzi personali di posta elettronica o sulle pagine personali nei social network con reindirizzo a siti di fishing on line per la clonazione delle carte di credito o di altri dati sensibili. Particolare attenzione è stata rivolta ai consigli destinati alle persone anziane, particolarmente prese di mira dai truffatori in ragione della loro buona fede. 

Il decalogo è stato stampato in circa 15.000 esemplari, pari al numero di bollette inviate all’utenza. Complessivamente, nei mesi a seguire, i consigli forniti dall’Arma dei Carabinieri raggiungeranno circa 50.000 famiglie, riuscendo a realizzare una capillare campagna informativa “a domicilio” i cui contenuti, sia in termini preventivi che di contrasto, potranno essere sviluppati dagli interessati presso tutte le Stazioni Carabinieri dislocate sull’intero territorio provinciale o attraverso un aiuto immediato sul numero di emergenza e pronto intervento 112, attivo sette giorni su sette, 24 ore al giorno.      

 

 

COMANDO PROVINCIALE CARABINIERI DI SIRACUSA

Campagna informativa sulla prevenzione delle truffe

  “DIECI CONSIGLI PER NON FARTI TRUFFARE!

 

1) Nessun Ente o azienda di pubblica utilità invia a casa i propri incaricati per riscuotere il pagamento delle bollette, effettuare rimborsi o sostituire banconote false “date erroneamente”;   

2) Accerta sempre l’identità di chi suona alla porta ed il motivo della sua visita;

3) Anche se si presenta distinto e dai modi affabili, o con vestiario personalizzato con i loghi aziendali, dichiarando di essere un dipendente/tecnico, prima di aprire richiedi in visione un tesserino identificativo e, nel dubbio, contatta i Carabinieri al 112 o l’azienda al numero verde 800582273 o 09311988911 (solo da rete mobile);

4) Diffida delle offerte troppo vantaggiose e non rispondere ad sms/e-mail con allegati (da non aprire e cestinare!) che propongano l’attivazione gratuita di nuovi contratti o la modifica dei preesistenti a condizioni più convenienti, chiedendo l’invio di numeri di carte di credito e/o coordinate bancarie; 

5) Non aderire a pagamenti od offerte che ti vengono proposti associando l’azienda di pubblica utilità a sedicenti iniziative di raccolta fondi svolte da associazioni benefiche o parrocchie;

6) Non firmare nulla che non ti sia chiaro, e diffida di chi ti metta fretta nel farlo;

7) Diffida dalla vendita a domicilio di dispositivi relativi all’impianto o alla sicurezza domestica; 

8) Rivolgiti a persone di fiducia più esperte di te con cui esaminare attentamente le clausole dei contratti;

9) Non seguire il finto operatore nella lettura del contatore esterno, un altro finto tecnico potrebbe approfittare della tua assenza e rubare all’interno dell’abitazione;

10) In caso di dubbi o difficoltà contatta la Stazione Carabinieri del tuo Comune o il numero di emergenza 112, attivo anche di notte.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni 

Logo Ondaiblea


  

Non ci sono articoli correlati


Libri di Salvo Micciché

Scicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry