fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy


Ondaiblea la Rivista del Sudest

Ragusa e dintorni

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Ecomuseo

Logo MaSTRagusa, 17 aprile 2019 – La Presidenza della Struttura di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Catania, sede di Ragusa Ibla e la rete MaST (Management Sviluppo Territoriale) dichiarano di guardare «con vivo interesse alla scelta operata dall’Amministrazione presieduta dal Sindaco Peppe Cassì nella nomina dell’arch. Giuseppe Iacono, dell’arch. Paola Schininà, del dott. Carmelo Arezzo e del dott. Fabio Manenti quali componenti del Comitato Tecnico per la costituzione dell’Ecomuseo CARAT (Cultura - Architettura Rurale - Ambiente - Territorio), atto che sancisce la volontà di dare seguito a questo progetto di respiro territoriale che fonda le sue radici nel recupero e nella valorizzazione partecipata dell’identità e del patrimonio culturale e paesaggistico, al fine di creare una rete museale evoluta e dinamica che rappresenti insieme un’opportunità per lo sviluppo economico e del legame con i luoghi di appartenenza, in una prospettiva di bellezza».

«Tali princìpi – continuano – trovano piena sintonia negli obiettivi della Struttura che intende indirizzare una parte significativa della formazione dei propri studenti verso il territorio in cui opera e, parimenti, costituiscono l’anima fondante della rete MaST di cui fanno parte anche alcuni membri del Comitato Tecnico appena nominato, la cui professionalità è riconosciuta e al quale va ogni migliore auspicio nel porre le basi di questo progetto».

Allegati:
Scarica questo file (ecomuseocarat-pianta.jpg)Pianta dell'Ecomuso[Pianta dell'Ecomuso]824 kB

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Unione Europea e trattati: a Ragusa al via il primo ciclo di seminari informativo-formativi 

 

Ragusa, 4 febbraio 2019 – La Sezione iblea del Movimento Federalista Europeo, nell’ambito delle iniziative aventi come obiettivo, tra gli altri, quello di portare al centro dell’azione di tutte le forze europeiste l’importanza e il significato della battaglia per la riforma dell’Europa a partire dall’Eurozona, ha promosso una serie di seminari informativo-formativi sui trattati dell’Unione Europea.

Gli incontri sono resi possibili grazie al patrocinio del Comune di Ragusa, Banca Agricola Popolare di Ragusa, Centro Studi F. Rossitto, Camera di Commercio di Catania-Siracusa-Ragusa, Centro di Documentazione Europea presso l’Università di Catania.

In rete con: Struttura Didattica Speciale di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Catania, sede di Ragusa, Ufficio Scolastico Regionale – A.T. Ragusa, Istituto d’Istruzione Superiore G.B. Vico – Umberto I - R. Gagliardi, Liceo Scientifico E. Fermi, Istituto Tecnico Commerciale Fabio Besta, Istituto d’Istruzione Superiore Galilei - Campailla di Modica. 

Gli incontri formativi, suddivisi in due cicli, hanno inizio il prossimo venerdì 8 febbraio con il seguente programma:

ore 16.30, Auditorium Centro Direzionale Zona artigianale Contrada Mugno di via on.le Corrado Di Quattro; presiede il prof. Luciano Nicastro, presidente Sezione Iblea del Movimento Federalista Europeo.

Apertura dei lavori: saluto del Sindaco di Ragusa, avv. Giuseppe Cassì, e intervento della dott.ssa Giovanna Licitra, Vicesindaco-Assessore allo sviluppo economico e finanziamenti europei del Comune di Ragusa.

Relazione del prof. Antonio Barone – Ordinario di Diritto Amministrativo, Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università di Catania - sul tema: “Diritto e Democrazia nell’Unione Europea”. 

In favore degli studenti degli istituti di Istruzione Superiore è previsto il rilascio dell’attestazione per crediti formativi.

Giuseppe Nativo

 

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 18 gennaio 2019 – Il cinema Lumière compie 15 anni. Tanti sono gli anni trascorsi da quando è stato inaugurato il 18 gennaio del 2004 con la rassegna Girando le pagine ideata e diretta da Sebastiano Gesù, storico del cinema, recentemente scomparso. Tra gli ospiti all’inaugurazione, i registi: Emidio Greco, Pasquale Scimeca, Francesco Maselli, Alberto Rondalli; le attrici Donatella Finocchiaro, Tiziana Lodato.

Nel corso degli anni il Lumière ha ospitato la rassegna Andate e Ritorni, Cinema e migranti, diverse edizioni del Costa iblea Film festival diretto da Vito Zagarrio, che ha visto a Ragusa la presenza di personaggi che hanno fatto la storia del cinema italiano come Ettore Scola, Dario Argento, Liliana Cavani e Gianni Amelio e ha visto mostre di pittura a cura del gallerista Salvatore Schembari, presentazione di libri, concerti e spettacoli teatrali.

Hanno, inoltre, calcato il palco del cinema artisti del calibro di Franco Battiato, Luca Zingaretti, Sabina Guzzanti, Veronica Pivetti e tanti altri attori e registi che hanno reso il Lumiere fulcro dell'offerta culturale della città di Ragusa.

La programmazione cinematografica ha sempre privilegiato la qualità attraverso la proposta di proiezioni d'essai. Spesso e volentieri è stata ospitata la proiezione di opere prime, locali e non, ed è stata data voce a richieste di spazi per prestigiosi incontri di vario tipo.

La direzione del Lumière ha organizzato il cineforum "I mercoledì da leoni" e da diversi anni collabora con il cineclub Fitzcarraldo per l'ormai consueta rassegna di cinema d'essai "Appuntamento al buio" e con l’ufficio diocesano per la cultura per la realizzazione di rassegne cinematografiche.

La direzione e lo staff ringraziano gli affezionati cinefili che hanno permesso con la loro presenza e il loro affettuoso sostegno di poter offrire alla città un cinema di qualità nell’unica sala rimasta nel centro storico di Ragusa.

 

La direzione del cinema Lumière

 

2 3 4 5

 

Libri di Salvo Micciché

Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica   Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro
Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI)
Carocci editore
Salvo Micciché
Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica)
Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib
Salvo Micciché
Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario
Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché
Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana
Edizioni Biancavela - StreetLib
Marco Iannizzotto e Salvo Micciché
Dall'Alba ai Girasoli
Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Libri

Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'Oro Ignazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice Sion La Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La China
San Guglielmo Cuffitella -
un profilo agiografico 
Edizioni ilminutod'Oro
Ignazio La China 
Appunti per una Storia
della Pietà popolare a Scicli 
Editrice Sion
Ignazio La China 
La Sacra Rappresentazione delle Milizie
Edizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry