fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy


Ondaiblea la Rivista del Sudest

Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Ragusa, 11 dicembre 2015 – Gli  alunni della scuola primaria del plesso Ecce Homo, nell’ambito del progetto “Adotta un Vaso”,  hanno oggi decorato tre aiuole di via Roma e l’albero di Natale installato in Piazza San Giovanni  con addobbi e decorazioni realizzati con materiali di riciclo, così come anche il presepe  sistemato nell’aiuola “del riciclo” di via Roma. 

“Rivolgo i miei complimenti e ringraziamenti a tutti  gli alunni e le insegnanti della scuola primaria  del plesso “Ecce Homo” – ha detto il sindaco Federico Piccitto - per la sensibilità e la consapevolezza dimostrata dai bambini,  realizzando piccoli oggetti e prendendosi cura del verde pubblico, verso temi così fondamentali come il rispetto dell’ambiente ,  il riuso creativo dei materiali  e la differenziazione dei rifiuti”. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni 

Logo Ondaiblea


  

#Ragusa, 11 dicembre 2015 – Gli  alunni della scuola primaria del plesso Ecce Homo, nell’ambito del progetto “Adotta un Vaso”,  hanno oggi decorato tre aiuole di via Roma e l’albero di Natale installato in Piazza San Giovanni  con addobbi e decorazioni realizzati con materiali di riciclo, così come anche il presepe  sistemato nell’aiuola “del riciclo” di via Roma. 

“Rivolgo i miei complimenti e ringraziamenti a tutti  gli alunni e le insegnanti della scuola primaria  del plesso “Ecce Homo” – ha detto il sindaco Federico Piccitto - per la sensibilità e la consapevolezza dimostrata dai bambini,  realizzando piccoli oggetti e prendendosi cura del verde pubblico, verso temi così fondamentali come il rispetto dell’ambiente ,  il riuso creativo dei materiali  e la differenziazione dei rifiuti”. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni 

Logo Ondaiblea


  

Libri di Salvo Micciché

Scicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry