fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ragusa, 8 settembre 2014 – Saranno stati almeno 4.000 i partecipanti alla quindicesima edizione della “Rassegna dei sapori dell’entroterra iblea”, la classica kermesse di degustazione programmata nella fase conclusiva della stagione estiva a San Giacomo, frazione di Ragusa. 

I visitatori hanno cominciato a fare la fila già subito dopo le 19,30 per degustare i prodotti genuini e sani proposti nel vassoio predisposto dall’associazione “Il Tellesimo” che si occupa, come sempre, dell’organizzazione dell’evento. 

Anche quest’anno la ricotta ha fatto la “parte del leone”, e i presenti hanno avuto l’opportunità di scegliere tra tre aziende produttrici rigorosamente del posto. 

Gli appassionati di enogastronomia hanno assaggiato con gusto anche i ceci con le cotiche, accompagnati da un fragrante pane di casa, assieme ad un arancino oltre ad un fico d’india ("ficumora"). Il tutto “innaffiato” da un bicchiere di buon vino locale. 

Infine un dolcino al cioccolato modicano. 

La gente ha apprezzato la freschezza dei prodotti forniti tanto è vero che il numero dei ticket per le degustazioni, rispetto alla scorsa edizione, è notevolmente aumentato. E lo testimoniano i visi soddisfatti di gente dedita a degustare sui tavoli predisposti per l’occasione. 

È stato necessario anche attrezzare i muretti a secco, su cui collocare i vassoi per la degustazione, perché la disponibilità legata agli spazi, a causa delle numerose presenze, si era esaurita. In vetrina, altresì, i percorsi contadini e l’oggettistica tradizionale. In evidenza la fiera del dolce che è stata proposta dai parrocchiani della Beata Maria Vergine di Lourdes e che ha riscosso parecchia attenzione da parte del pubblico presente. 

Novità di quest’anno la benedizione della “Rassegna dei sapori” a cura del parroco don Santo Vitale. Per l’occasione era presente anche don Armando Fidone, parroco della chiesa “Cristo Risorto” di contrada Montesano. 

Dopo la degustazione, ha preso il via il momento dedicato all’intrattenimento e allo spettacolo con la presenza dei Caruana Mundi i cui brani sono stati parecchio apprezzati dal pubblico. La performance musicale ha intrattenuto i presenti sino a tarda ora. 

«La rassegna dei sapori –ha detto il portavoce dell’associazione “Il Tellesimo”, Mario Chiavola– è ormai diventata un appuntamento consolidato che non manca di stupire per la capacità di aggregare la gente che arriva da fuori. A dire il vero, anche alla luce della crisi che non risparmia nessuno, pensavamo che i numeri legati alla partecipazione fossero più contenuti quest’anno. Invece, la nostra grande sorpresa è stata quella di tracciare un bilancio assolutamente positivo, con presenze in crescita e la consapevolezza di una manifestazione che migliora di edizione in edizione, tale da costituire un richiamo molto forte per quanti intendono trascorrere qualche ora all’insegna della spensieratezza in una cornice agreste di grande effetto».

 

    


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry