fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy


Ondaiblea la Rivista del Sudest

Scicli

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 23 aprile 2019 – Torna la primavera e Tanit Scicli si rimette in moto con i suoi Cammini Sacri. L'associazione culturale sciclitana, infatti, continua la sua fattiva collaborazione con Vie Sacre Sicilia cominciata tre anni fa e organizza per il 2019 ben cinque Cammini Sacri inseriti nel calendario regionale, passeggiate guidate che, da aprile a settembre, porteranno alla scoperta degli aspetti della spiritualità, dell'arte, della tradizione di Scicli e del suo territorio.

Quattro le conferme e una l'assoluta novità: Non Omnis Moriar, la passeggiata all'interno del Cimitero Monumentale della città, su di un percorso nel passato e nell'arte assolutamente inedito ed emozionante.

Primo appuntamento sarà l'ormai tradizionale Cammino del Beato Guglielmo Cuffitella il 27 aprile, una passeggiata tra storia, arte e leggenda a cavallo fra trecento e novecento, alla scoperta delle bellezze artistiche frutto della devozione maturata dagli sciclitani verso l'eremita netino.

Il sabato successivo, 4 maggio, si replica con il consolidato Cammino delle chiese rupestri, arricchito però quest'anno da altri due monumenti da visitare: le chiese dello Spirito Santo e Santa Lucia, site sul colle San Matteo, nuovi scrigni da scoprire e valorizzare.

Leggi tutto: Cammini sacri a Scicli, dal 27 aprile. 25 maggio...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Articolo promozionale

 

Scicli, 18 aprile 2019 – Con l'arrivo della Pasqua a Scicli non mancano le belle sorprese per i viaggiatori. Grazie alla consolidata collaborazione fra la famiglia di Mario Patanè  e Sicilia Ospitalità Diffusa, venerdì 19 aprile aprirà al pubblico Palazzo Bonelli-Patanè. Sarà possibile, quindi, visitare il piano nobile di una delle residenze alto borghesi più belle e importanti della provincia di Ragusa.

Completato il lungo e faticoso restauro, la famiglia Patanè ha infatti deciso di affidare alla gestione di Sicilia Ospitalità Diffusa le visite guidate all'interno delle meravigliose sale liberty del palazzo, con apertura giornaliera dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Le sorprese non finiscono qui. Al secondo piano del palazzo, è stato ricavato, negli spazi che un tempo erano adibiti a uffici del Cavaliere, un appartamento con ingresso indipendente, reso moderno e funzionale e riservato solo a viaggiatori che desiderano vivere la loro vacanza in un ambiente di assoluto pregio. A loro, inclusa nel soggiorno, sarà riservata una visita personalizzata negli ambienti del piano nobiliare rimasto intatto e preservato dal sapiente restauro effettuato negli ultimi anni.

Dopo l'apertura di Palazzo Favacchio-Patanè tre anni fa, la collaborazione fra la famiglia Patanè e SOD, la società che gestisce Scicli Albergo Diffuso, apre le porte di un altro gioiello della storia sciclitana, offrendo un altro viaggio nel viaggio che lascerà tutti gli ospiti e i viaggiatori a bocca aperta.

Informazioni e prenotazioni al numero +39.340.4756053.

Leggi tutto: A Scicli riapre al pubblico Palazzo Bonelli-Patanè

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il 3, 4 e 5 maggio a palazzo Spadaro (Scicli) un convegno con archistar internazionali 

 

Scicli, 17 aprile 2019 – Nell’ambito delle iniziative culturali e di promozione della riqualificazione urbana della città di Scicli, il Comune presenta il Workshop internazionale di Architettura e Urban Design edizione 2019, dal titolo:

CHIAFURA WORKSHOP Actions

Il Workshop è incentrato sul tema della riqualificazione urbana dello storico quartiere, nell’ottica di un intervento di conservazione, salvaguardia, valorizzazione e fruizione delle grotte e degli immobili ricompresi all’interno del perimetro di intervento. Il workshop ha come obiettivo l’elaborazione di una strategia d’azione che tenga conto contestualmente degli aspetti urbani e delle modalità di finanziamento. 

I due aspetti devono confluire in un progetto che sia fattibile per tempistica e normativa, basato su un’ipotesi per di partenariato pubblico‐privato senza impegno di spesa da parte dell’Amministrazione comunale (off balance), sufficientemente remunerativo per i privati che saranno coinvolti e che, lontano da logiche speculative, apporti un surplus al quartiere attivando il mercato del lavoro, rendendo l’area attrattiva e riducendo i conflitti urbani. Questo tipo di operazione in genere ha una ricaduta positiva sugli equilibri sociali e un aumento del valore immobiliare della zona e un incremento delle attività commerciali e culturali.

Il progetto urbano è la sintesi di questi obiettivi e attraverso le sue previsioni e i suoi contenuti individua una politica d’azione equilibrata e sostenibile, che senza dare apertura a speculazioni private, coinvolge i promotori all’interno di un processo pensato in funzione della città e del bene pubblico.

I temi che il progetto urbano dovrà affrontare sono:

‐ l’inserimento del “progetto Chiafura” nel quadro territoriale ragusano, con particolare riferimento all’utilizzo del litorale comunale e alla fruizione ottimale del mare, al percorso del barocco, ai siti archeologici, culturali e ai Luoghi di Montalbano, all’accessibilità e all’interconnessione coi mezzi di trasporto;

‐ l’individuazione e la costituzione di un sistema di iniziative, attività, beni immateriali e realizzazioni, senza consumo di suolo, da porre in rete e strettamente connesse al tema della riqualificazione del quartiere;

‐ la verifica della sostenibilità tecnico, economico-finanziaria della proposta progettuale;

‐ l’utilità e la fattibilità della costituzione di una piattaforma crowfunding per attività connesse al tema progettuale principale;

-la rifunzionalizzazione dell’ex Chiesa S.Matteo e delle grotte. 

Gli strumenti e le strategie finanziarie saranno individuate durante lo svolgimento del workshop secondo le potenzialità e criticità delle singole proposte.

Tuttavia, nel limite imposto dalla breve durata del Workshop, si potranno individuare strumenti quali la concessione, il partenariato pubblico-privato, il project financing o l’avvio di processi collaborativi/partecipativi con associazioni, enti, gestori e aziende che già sono presenti sul territorio.

Ogni gruppo è coordinato da un tutor, professionista di livello internazionale con esperienza in operazioni simili, coadiuvato da un ingegnere competente in Partenariato pubblico-privato e strumenti attuativi.

 

Allegati:
Scarica questo file (workshop-chiafura-programma.jpg)Locandina programma[Locandina programma]181 kB
Leggi tutto: A Scicli ‘Chiafura workshop action’

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Scicli, 7 marzo 2019 – Scicli è un luogo magico, dove la vita delle persone è scandita da tradizioni ancestrali che affondano le loro radici da secoli nelle coscienze di ognuno. La primavera è una stagione speciale per la città, intrisa di colori filtrati da una luce piena e calda, ed esplode nel suo primo fine settimana, colorato e profumato dalla Cavalcata di San Giuseppe: la celebre infiorata a cavallo che quest'anno cade il 23 e 24 marzo.

Nei festeggiamenti in onore del Patriarca (così viene chiamato il Santo a Scicli), tutta la città è invasa dall'odore di violacciocche, i fiori dei quali sono composti i meravigliosi manti dei cavalli in sfilata lungo le vie alla luce dei falò, con il suono incessante dei campanacci a fare da corredo sonoro insieme alle urla dei bardatori e dei devoti che incitano San Giuseppe: il grido «Patrià, Patrià, Patriaaarcaaa!» è profondo e forte, in grado di emozionare sempre gli sciclitani e gli spettatori mentre si aprono in due per far passare la Sacra Famiglia in fuga verso da Re Erode verso l'Egitto.

Se vuoi anche tu immergerti in questo mondo senza tempo e circondarti dei profumi di Scicli, prenota il tuo soggiorno non convenzionale in Scicli Albergo Diffuso in camere uniche con colazione tipica inclusa: vivrai la Scicli più vera, sentendoti un vero devoto del Patriarca e uno sciclitano a tutti gli effetti.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 7 gennaio 2019 – L’Italia e il Giappone sono divisi da più di diecimila chilometri e, all'apparenza, sembrano mondi lontani, diversi. 

La distanza, però, non amplifica le differenze ma sottolinea le similitudini tra due nazioni dalle civiltà e tradizioni millenarie, città d'arte e territori tormentati ma di una bellezza incredibile fatta di mare, montagne, vulcani.

Da questi spunti parte il progetto Hasekura, coordinato da Renata Piazza, esperta di turismo sostenibile e innovazione sociale, siracusana, residente in Giappone, che da anni collabora con la nuova generazione di imprenditori nipponici decisi a creare, dopo lo tsunami causa nel 2011 della distruzione della costa orientale del paese e della crisi nucleare di Fukushima, modelli di vita e fonti di reddito alternativi ai modelli già consolidati. 

Per il secondo anno consecutivo, quindi, un altro gruppo di imprenditori del Sol Levante tornerà a Scicli per una due giorni, dal 9 al 11 gennaio, per studiare e confrontarsi con una delle migliori realtà ricettive siciliane, Scicli Albergo Diffuso. 

I viaggiatori giapponesi, infatti, non solo saranno ospiti nelle camere di Scicli Albergo Diffuso ma potranno conoscere appieno, sperimentandola in prima persona, l'esperienza del vivere sciclitano, tra cene tipiche e visite guidate alla scoperta delle bellezze della cittadina barocca; non mancheranno, naturalmente, i momenti del confronto e della scoperta del modello di albergo diffuso che tanto ha affascinato il Giappone: dalla nascita, sei anni e mezzo fa, all'ideazione di quello che è un vero e proprio sistema di accoglienza territoriale, Sicilia Ospitalità Diffusa.

L'appuntamento è un nuovo attestato di stima per il lavoro svolto da Ezio Occhipinti e dal suo staff, Vincenzo Burragato, Sara Carbone ed Eva Speranza, grazie ai quali Scicli Albergo Diffuso è diventato un punto di riferimento nell'etica dell'accoglienza e della valorizzazione di tutti gli aspetti della cittadina iblea: dalla cura degli immobili storici alla scoperta di esperienze uniche tese a valorizzare un territorio meraviglioso, diventato riferimento nel campo dell'ospitalità anche a diecimila chilometri di distanza.

 

v. b.

Libri di Salvo Micciché

Scicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry