fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Archivio di Stato Ragusa, in Viale del Fante 7

 

Ragusa, 8 ottobre 2020 — La Domenica di carta, evento promosso dal MIBACT con lo scopo di favorire la valorizzazione del patrimonio culturale e la conoscenza di quegli inestimabili “tesori di carta” custoditi presso i vari Istituti, prevede l’apertura straordinaria degli Archivi di Stato e delle Biblioteche pubbliche. Consapevoli che si tratta di un’occasione per avvicinare la cittadinanza alla storia del territorio e alle carte che ne tramandano la memoria, anche quest’anno l’Archivio di Stato di Ragusa sceglie di aderire all’iniziativa con un’apertura straordinaria che prevederà visite guidate alla scoperta dell’Archivio e dei suoi fondi, insieme alla possibilità di visitare una nuova mostra documentaria dal titolo “Salute pubblica e misure sanitarie: tra le carte del Medico Provinciale”.

L’esposizione, che sarà inaugurata in data 11 ottobre, è dedicata al delicato (e quanto mai attuale) tema della sanità e della salute pubblica, con uno sguardo particolare alle carte del fondo archivistico dell’Ufficio del Medico Provinciale (1927-2005). Istituito già nella seconda metà del secolo XIX, alle dipendenze del Ministero dell’interno, punto di riferimento del nuovo ordinamento sanitario con compiti di vigilanza su regolamenti e condizioni igieniche dei comuni, l’Ufficio del medico provinciale vide accrescere le sue funzioni con l’istituzione del Ministero della sanità (L. 13 marzo 1958 n. 296), assorbendo le competenze del Prefetto in materia di sanità, interessandosi dunque di attività sanitarie, vigilanza igienica e profilassi, medicina preventiva ed assistenziale.

Nella stessa giornata sarà anche possibile visitare la mostra “Educazione e assistenza nel Dopoguerra”, già allestita e inaugurata in data 26 settembre.

L’Archivio di Stato di Ragusa sarà aperto al pubblico domenica 11 ottobre dalle ore 09:00 alle 13:00.

L’accesso sarà gratuito e avverrà nel rispetto delle misure previste dai protocolli di sicurezza (emergenza Covid-19).

Per info: 0932/622200 — Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

s. m.

Ragusa


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry