fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 6 novembre 2014 – È stato pubblicato sul sito istituzionale dell'Ente l'avviso riguardante la manifestazione d'interesse per la selezione di un soggetto cui affidare la gestione del "centro del riuso", che sarà ubicato all'interno del Centro Comunale di Raccolta di via Paestum.

Si tratta di un invito, propedeutico alla successiva procedura di affidamento del servizio mediante specifico bando di gara, rivolto, in particolare, a tutte le associazioni di volontariato in possesso dei requisiti previsti. L'obiettivo del servizio è quello di intercettare il materiale che, ancora in condizioni dignitose, è possibile riutilizzare prima che diventi un rifiuto ai sensi della normativa vigente. Il gestore  dovrà essere in grado di garantire un'apertura almeno bisettimanale di 4 ore al giorno. Una parte della merce raccolta sarà destinata, gratuitamente, alle persone socialmente svantaggiate, individuate dal settore servizi sociali comunale a seguito di regolare istanza. Ogni nucleo familiare potrà usufruire di 3 pezzi l'anno, salvo specifiche eccezioni. Gli oneri derivanti dalla vendita del materiale raccolto o regalato, fatte salve le spese, dovranno essere reinvestiti nell'ambito del mercatino stesso, mentre l'Amministrazione Comunale garantirà un canone di 4.000 euro annui, a titolo di rimborso delle spese sostenute.

"Questa iniziativa -  dichiara l'Assessore all'ambiente Antonio Zanotto -  si inserisce pienamente nella strategia "Rifiuti Zero", in fase di concretizzazione mediante un nutrito ed articolato programma di interventi già avviato e riveste altresì un alto valore in termini sociali e culturali in  quanto costituisce un contraltare efficace alla filosofia dello spreco che caratterizza la società moderna ed è ormai intollerabile, oltre che nociva, soprattutto nell'attuale fase di crisi e disagio sociale in cui viviamo"


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry