fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 17 novembre 2016 – L’Amministrazione comunale ha programmato dei lavori urgenti per il ripristino della copertura del PalaMinardi per il cui intervento è stata prevista una spesa di €315.000,00.

Per questo motivo con determina dirigenziale del Settore V - Programmazione opere pubbliche - è stato approvato il relativo progetto la cui esecuzione si rende necessaria per il mantenimento delle condizioni di sicurezza dell'impianto.

A causa infatti  della corrosione della lamiera preverniciata che costituisce il manto di copertura del tavolato in legno di abete, delle arcate principali, travi secondarie ed arcarecci in legno lamellare, si sono verificate infiltrazioni di acqua piovana che oltre a danneggiare il tavolato stesso della cupola hanno causato problemi alla pavimentazione in parquet di legno del terreno di gioco dell'impianto sportivo. 

Per questo quindi tra i numerosi interventi progettuali sono stati programmati la rimozione delle  lamiere corrose dal tempo e la posa di lastre continue in alluminio preverniciato della lunghezza pari almeno  allo sviluppo totale della copertura fino a 75 ml,  al fine di evitare giunti trasversali alla pendenza. Tra le nuove lastre di alluminio e la copertura in legno saranno collocati due strati di isolamento termico  di cui uno in pannelli semirigidi in lana di roccia idrorepellente e l'altro costituito da feltro di lana di vetro.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry