fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Scicli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Scicli, 5 settembre 2021 — Martedì 7 settembre 2021, alle ore 18.00, nel giardino di Palazzo Bonelli-Patanè, il Centro Studi e Documentazione Città di Scicli ospiterà la presentazione del Corso di Laurea triennale in Beni Archeologici che sarà attivato quest’anno a Noto, grazie alla sinergia tra CUMO (Consorzio Universitario Mediterraneo Orientale) e Università degli Studi di Messina.

«Una grande occasione per il nostro territorio – dice Vincenzo Burragato (presidente del Centro Studi) – con questa serata modrata dall’archeologo sciclitano Pietro Di Rosa e con le introduzioni di Caterina Riccotti (Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Scicli) e Rosario Pignatello (presidente CUMO)».
Gli interventi che animeranno la serata, invece, riguarderanno la figura dell’archeologo nella società, la sua professione e il ruolo del nuovo corso di laurea nel nostro territorio e saranno a cura, rispettivamente, del Prof. Gioacchino Francesco La Torre (docente di archeologia classica), di Rosario Pignatello (archeologo specializzato in servizi per l'archeologia preventiva) e del Prof. Lorenzo Campagna (docente di archeologia classica e coordinatore provvisorio del corso di studi).
«L’evento chiude il ciclo delle serate estive del Centro Studi che hanno animato culturalmente l’estate sciclitana, illustrando nuovi studi e scoperte su personaggi e luoghi della nostra città», conclude Burragato.
L’evento nel giardino di Palazzo Bonelli-Patanè, come da normativa vigente, è riservato ai soli possessori di Green Pass.

 Corso di Laurea triennale in Beni Archeologici


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry