fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Scicli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Scicli, 23 gennaio 2015 – “Per formazione professionale sono abituato a guardare il lato delle responsabilità dell’incarico che mi viene affidato, tuttavia, non posso non sottolineare di sentirmi onorato del compito affidatomi dal Presidente della Regione. Tutti sanno che il Comune di Scicli è un comune importante non solo per numero di abitanti, quanto per quello che rappresenta nella storia paesaggistica, architettonica e culturale della Sicilia”. 

Sono le parole pronunciate stamani in Municipio dal commissario straordinario del Comune di Scicli, dottor Ferdinando Trombadore, durante il cordiale incontro con i giornalisti. 

Il Commissario ha precisato che l’incarico attiene alla gestione del Comune con i poteri del sindaco e della giunta ed è consequenziale alle dimissioni rassegnate dal sindaco prima di Natale. 

La nomina rientra nell’alveo della collaborazione istituzionale tra la Regione Siciliana e il Ministero dell’Interno, già proficuamente realizzata in passato. 

Il Commissario ha inoltre spiegato che l’incarico ricevuto non ha alcuna attinenza con quello svolto dalla Commissione di accesso nominata con decreto prefettizio. 

Fra le prime attività del Commissario l’approfondimento delle tematiche legate allo stato del bilancio comunale. Da tempo è stato presentato un Piano Pluriennale di Riequilibrio economico finanziario, che riveste una fondamentale importanza per la vita dell’Ente. 

Particolare impegno sarà profuso sul piano dell’ordine pubblico, anche alla luce degli ultimi fatti delittuosi che si sono verificati in città. 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry