fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Rosolini, 2 ottobre 2014 – Le Determine n. 480 e n.481 del 19/09/2014, del Responsabile del Settore LL.PP. ing. Corrado Mingo, con le quali è stato affidato all'ing. Antonio Caruso l'incarico di D.L.  ed al geom. Paolo Ortisi l'incarico di coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione contabilizzazione dei lavori per il consolidamento ed adeguamento del Ponte Ristallo Masicugno hanno dato luogo a  lamentele, da parte di diversi professionisti locali. Questi infatti, attraverso la stampa locale, hanno disapprovato  la scelta effettuata dall’Amministrazione Comunale. Al riguardo, al fine di dissipare qualsiasi dubbio,  l’ing. Mingo precisa quanto segue: 

“Gli incarichi conferiti riguardano professionisti del Genio Civile di Siracusa che hanno  dato disponibilità ad espletare  tali ruoli a supporto dell'ufficio Tecnico Comunale, attualmente dotato di un unica figura professionale  di ingegnere ed incompatibile allo svolgimento degli incarichi affidati in quanto già  responsabile unico del procedimento dei lavori di cui trattasi. Essendo funzionari di enti pubblici – prosegue Mingo -  il trattamento economico riservato per le prestazioni professionali, sarà calcolato con l'applicazione degli  incentivi  previsti per incarichi interni.. Tale soluzione in linea con quanto previsto dall'attuale normativa, consentirà di realizzare economie per la pubblica amministrazione rispetto all'ipotesi di incarico esterno”.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry