fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Intervento finalizzato alla permanenza o ritorno in famiglia di anziani ultra settantacinquenni  non autosufficienti – proroga termini presentazione istanze 

 

Rosolini, 26 febbraio 2015 – La  Responsabile del Settore Servizi Sociali del Comune, dottoressa Concetta Piazzese, comunica che il Dipartimento regionale per la Famiglia e Politiche Sociali, viste  le nuove direttive per la compilazione del modello ISEE vigenti dal primo gennaio 2015, ha prorogano di giorni 60 (sessanta ) i termini per la presentazione delle istanze da parte degli utenti, per l’intervento finalizzato alla permanenza o ritorno in famiglia di anziani non autosufficienti che abbiano superato i 75 anni, che prevede per l’ano 2015 l’erogazione di buoni di servizio (voucher) per le famiglie che svolgono funzioni assistenziali nei confronti di anziani non autosufficienti. 

Il voucher è destinato all’acquisto di prestazioni domiciliari presso organismi ed enti no profit iscritti all’Albo regionale delle istituzioni socio-assistenziali, di cui art. 26 della L. R. N. 22/86, nelle sezioni anziani e/o inabili per la tipologia di servizio assistenza domiciliare, liberamente scelti dalla famiglia    

Si ricorda che la richiesta di ammissione va redatta su appositi moduli disponibili presso l’ufficio Servizi Sociali, sito in via Tobruk  o sul sito del Comune di Rosolini e può essere sottoscritta :

• dall’anziano stesso,quando sia in grado di gestire le decisioni che riguardano la propria assistenza(All.1) 

• dai familiari entro il 4° grado, che accolgono l’anziano nel proprio nucleo e che siano residenti da almeno un anno nel territorio regionali(All. 2) 

• dal figlio non convivente che, di fatto, si occupa della tutela della persona anziana purché sia residente nello stesso Comune del beneficiario.(All.3).


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry