fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

"Chi sosterà al Talete o al Molo S. Antonio potrà fruire gratuitamente dei bus navetta" aveva annunciato lo scorso agosto il sindaco Giancarlo Garozzo, presentando il servizio al suo primo giorno.

Adesso, però, i bus elettrici non saranno più gratis ma si dovranno pagare i biglietti per la corsa e i ticket per la sosta.

 

Il progetto sperimentale per collegare i parcheggi comunali con i maggiori siti di attrazione turistica si è conclusa con profitto a ottobre, e il Comune ha deciso di proseguire puntando a un aumento dei mezzi a disposizione mam in vista della stagione estiva, l'Ufficio Mobilità e Trasporti ha ritenuto di non riuscire a garantire il servizio a queste condizioni e quindi la Giunta municipale ha deciso di eliminare la gratuità prevista per chi parcheggia il mezzo confermando il prezzo dei biglietti: per la corsa da 90 minuti 50 centesimi, quello giornaliero 2 euro, il settimanale 7 e l'abbonamento stagionale 30 euro. Servizio gratuito per gli over 65 anni e gli under 14. 

Da tempo si discute di dotare il sistema dei parcheggi di un doppio biglietto, uno da tenere sul cruscotto dell'auto in sosta e l'altro da mostrare all'autista del bus che avrebbe acconsentito alla gratuità della corsa. Ma non si è voluta trovare la soluzione e quindi si è deciso di optare per questa scelta. Così tra sosta e navetta il sabato sera, si potrebbe arrivare a spendere anche 5 euro.

“Il costo dei bus navetta è un prezzo sociale: 50 centesimi è effettivamente poco, ma è un servizio turistico pagato con la tassa di soggiorno – conclude Grasso - Se fossimo un'azienda che vuole fare utile, il ticket sarebbe dovuto costare tre volte tanto. Non penso che il costo della sosta al Talete e al Molo sia eccessivo, al massimo si può parcheggiare più distante e attendere la navetta. Tra l'altro, stiamo eseguendo un'analisi statistica e il monitoraggio della percorrenza dei bus per annotare le criticità della giornata. Mediamente ci vogliono tra i 20 e i 30 minuti per il passaggio del bus, punto critico a mezzogiorno, quando la percorrenza media è di 40/45 minuti, lunedì escluso. Stiamo cercando quindi di comprendere i flussi giornalieri per trovare una soluzione più funzionale”.

 

Fonte: Siracusanews


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry