fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Siracusa, 25 novembre 2015 – Nei prossimi giorni sarà avviato il cantiere per la realizzazione di un’area di servizio nella parte alta della città dopo che, per motivi di sicurezza, era stato eliminato il distributore della zona del Foro Siracusano.

Gli ulivi e ed i carrubi che attualmente occupano l’area confinante con via Bartolomeo Cannizzo dove sarà realizzato il nuovo rifornimento di carburante saranno espiantati, nel rispetto delle specifiche tecniche agrarie, per essere poi ricollocati parte in loco, i rimanenti in altri spazi pubblici.

“L’Amministrazione ha a cuore le poliche ambientali e la salvaguardia del patrimonio verde della città. Abbiamo trovato una soluzione condivisa con la società titolare della concessione che ha accolto le nostre richieste e che a sue spese curerà le operazioni di espianto. Delle 40 essenze che saranno espiantate, 6 saranno spostate all’interno della stessa area e si aggiungeranno alle 6 che saranno mantenute nel sito attuale”: lo dichiara l’assessore Teresa Gasbarro che aggiunge: “Diversa destinazione per i rimanenti 34 alberi. Verranno sistemati in spazi pubblici ed aree verde delle scuole comunali che, nell’arco di un paio d’anni, saranno abbelliti con la loro presenza”.

I 16 ulivi saranno ricollocati in diverse aree verdi comunali: 6 a Cassibile, in Piazza del Conte Rosso; 2 al Parco Ozanam; 3 al Doggy Park in viale Scala Greca; 3 nell’area verde della scuola “Chindemi”, in via Algeri; e 2 nell’area verde di piazza Aldo Moro. I 18 carrubi, invece, saranno trasportati al vivaio comunale, curati e sistemati negli appositi tini da dove, una volta stabilizzati, saranno tolti per essere reimpiantati in altre aree verdi.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry