fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

#Rosolini, 9 dicembre 2015 – Accompagnati dai rispettivi docenti, studenti delle classi quinte  e  prima  media dell’Istituto Comprensivo “G. La Pira” in visita didattica al Comune. 

Un incontro formativo di circa un’ora, intenso per contenuti e partecipazione finalizzato ad approfondire le tematiche inerenti la vita e le funzioni del Comune. Gli alunni sono stati accolti dal Sindaco Corrado Calvo  che ha risposto a tutte le loro domande  che sono state numerose e specifiche verso temi legati alla cittadinanza e al vivere civile.

Il primo cittadino ha spiegato ai ragazzi quali sono gli organi istituzionali che ricoprono le cariche amministrative, i ruoli e le competenze della giunta e dei consiglieri comunali, il funzionamento dell’apparato amministrativo e le caratteristiche della struttura, i settori, le competenze del personale nei vari uffici e i principali servizi erogati ai cittadini. Nel corso dell’incontro il Sindaco ha evidenziato inoltre come queste visite costituiscono uno strumento importante in quanto permettono di avvicinare gli studenti ad una maggiore conoscenza delle Istituzioni, ed aiutano la Scuola a formare cittadini consapevoli e partecipi alla vita democratica”.  

Studenti e  docenti  al termine della visita hanno ringraziato il Sindaco per la disponibilità dimostrata e per l’accoglienza. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry