fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Rosolini, 14 novembre 2016 – Quella di sabato 12 novembre 2016 segnerà una data storica per la Città di Rosolini. 

Dopo circa un ventennio l’area artigianale diventa realtà. Sabato mattina infatti è stato sottoscritto dall’Amministrazione comunale diretta dal Sindaco Corrado Calvo  il primo contratto di cessione da parte del Comune alla società Celeste Car Electronic Tuning srl  di una unità urbanistica  di  1.248  metri quadrati dell’area PIP. 

Il contratto è stato siglato presso lo studio del Notaio Filippo Morello  alla presenza del Sindaco Corrado Calvo, dell’Assessore allo Sviluppo Economico Giorgia Giallongo , dell’assessore all’Artigianato Corrado Modica, della Responsabile del Settore Sviluppo Economico Agata Tramontana  e dei titolari della società Alessandro e Bruno Celeste. La Ditta assegnataria avrà 90 giorni di tempo , dalla data della stipula del contratto, per presentare il progetto e avviare la costruzione dell’opera. 

L’area Pip di contrada “Santuzza - Vignazza”, comprendente complessivamente 24  unità urbanistiche ed è dotata di opere di urbanizzazione primaria, di illuminazione pubblica e strade asfaltate.  “Una giornata storica – afferma il Sindaco Corrado Calvo - che segna il raggiungimento di uno degli obiettivi previsti dal programma elettorale.  

Dopo tanti anni nonostante la grave crisi economica, siamo riusciti a sbloccare la questione relativa alle aree Pip a testimonianza della precisa volontà di questa Amministrazione Comunale di assicurare il massimo appoggio  agli imprenditori locali che intendono investire e scommettere nel nostro territorio. La speranza è che l’obiettivo raggiunto oggi possa servire a incentivare altre piccole e medie imprese ad occupare tutte le aree libere, in modo da diversificare il sistema economico, produttivo e occupazionale locale”.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry