fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 24 novembre 2016 – La Galleria Montevergini di Siracusa, sede della mostra dell’artista siracusana Francesca Nobile, sarà la prestigiosa location scelta per il City Innovation BarCamp, l'evento che si terrà domani progettato per incontrarsi e costruire insieme il Piano dell'innovazione della Sicilia a sostegno delle sue città.


Dalle ore 9.30 alle 17.30 la Pubblica Amministrazione, il mondo della Finanza, l’Università e, non ultime, due imprese siracusane di successo, metteranno sul tavolo di confronto competenze e strumenti utili all'ecosistema innovativo e imprenditoriale siciliano.
Obiettivo comune fare il punto e individuare subito nuove proposte per stimolare l'imprenditorialità, a partire dal sistema scolastico per arrivare alla creazione di un Fondo di Investimenti Regionale, collegando tutti i passaggi intermedi per l'accrescimento e il consolidamento di una fiorente cultura imprenditoriale siracusana e regionale.
City Innovation Bar Camp è un uovo format che parte da Siracusa con due panel di conversazione fra innovazione e finanza per individuare insieme il Piano dell'innovazione per la Sicilia, destinato a diventare punto di riferimento per il futuro del settore.
Questi i panel previsti:

- L'Altra Finanza (mattina)
Venture Capital, Crowdfunding, Fondi Regionali. Creare valore con nuovi strumenti.

- Ecosistemi innovativi (pomeriggio)
Incubatori e Acceleratori, gli spazi contano, le competenze di più;

Sono più di dieci gli interventi programmati, tra cui quelli del sottosegretario al MIUR Davide Faraone e dell’AD di Invitalia Domenico Arcuri, al fine di stimolare

l'imprenditorialità attraverso il ruolo delle scuole e delle Università, individuare le competenze digitali e gli spazi di lavoro indispensabili come gli incubatori e gli acceleratori e le buone pratiche per innovare la Pubblica Amministrazione.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry