fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Genere: Teatro
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’Amore non è un orologio a pendolo che basta caricare una volta ogni tanto perché vada avanti tranquillo col suo tic-tac...

 

Questo è il leitmotiv della commedia Una Coppia Perfetta, per la regia di Salvo Paternò, l'aiuto regia di Pino Migliorisi, che sarà portata in scena il 5 agosto a Donnafugata, con varie repliche previste per i giorni 19 e 26 agosto ai Giardini Iblei di Ragusa.

È la cosiddetta “coppia perfetta”, ma vista da un’altra prospettiva: la rappresentazione di una coppia di mezza età, una coppia come tante, nella loro quotidianità, mostrando senza filtri i momenti più noiosi e più banali che può attraversare una coppia. La particolarità dello spettacolo è far partecipare il pubblico, trasmettendo a chi guarda questa noia e questa banalità, come se ciascuno vivesse quei momenti e risentirne gli effetti.

Abbiamo raggiunto, nella sua postazione di aiuto regista, Pino Migliorisi con cui abbiamo intavolato una simpatica chiacchierata.

 

Se dovessi riassumere lo spettacolo, con quale parola lo descriveresti? 

La parola che utilizzerei è “sensazioni”. Il 5 agosto è stato il nostro debutto e noi abbiamo vissuto i giorni antecedenti allo spettacolo tra mille sensazioni. Non vedevamo l’ora di portarlo in scena, già nei duri mesi precedenti ci sentivamo sia con Alida Di Raimondo, protagonista femminile principale, sia con Salvo Paternò, protagonista maschile principale nonché regista, per capire quando e come portarlo in scena, fino a quando questo momento si è concretizzato. E poi le sensazioni del pubblico. Quest’ultimo si lascia completamente abbandonare dalle sensazioni che vivono i due protagonisti sul palco, dal momento iniziale, ovvero la classica scena della colazione, fatta di silenzi e considerazioni banali, al momento finale, dove si vede un confronto che porterà a scelte estreme.

 

Da cosa è ispirato lo spettacolo “Una Coppia Perfetta”?

Una Coppia Perfetta è nata dall’esigenza di raccontare i problemi di coppia, e raccontarli senza filtri, senza perbenismo né buonismo, problemi che possono sussistere in qualsiasi coppia, anche in quelle considerate appunto perfette.

 

La prima si è svolta a Donnafugata. Mentre le repliche si svolgeranno presso altra location non meno bella, ovvero i Giardini Iblei?

Esatto. Per noi di “Mania Creativa”, che è la nostra associazione culturale, è stato un onore poter recitare nel cortile interno dell’antica struttura di Donnafugata, ricca di storia e di fascino. L’esperienza teatrale a Donnafugata ci ha dato tante emozioni e sensazioni. Poter esibirci ai Giardini Iblei sarà altrettanto entusiasmante. A tale proposito ringraziamo il Comune di Ragusa per questa grande possibilità che ci ha offerto, e soprattutto chi ci segue.

 

Puoi spiegarci la frase che avete messo in locandina? “L’Amore non è un orologio a pendolo che basta caricare una volta ogni tanto perché vada avanti tranquillo col suo tic- tac”

Questa frase la trovo molto significativa. Il suo significato sta tutto nel dare un valore e un senso all’Amore. Per l’uomo, l’Amore è come un meccanismo preciso, un orologio, e nulla dall’esterno può intervenire ad interrompere l’ipocrita tranquillità che unisce una coppia comune, una coppia perfetta».

Lucia Nativo

 Teatro


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry