fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ragusa, 24 febbraio 2021 — Ancora un’iniziativa di “Hereusium” (associazione culturale che promuove, sviluppa, tutela e propaganda ogni attività artistico-culturale legate al territorio ibleo) e “La Compagnia Secreta di Teatro” (rappresentata da un nutrito gruppo di attori ed operatori teatrali).

 

Il “Suono e la Furia” puntata “Capitolo uno” su una tematica di grande attualità, con la partecipazione di tanti.

Si tratta di un video messaggio (idea e regia di Ruben Ricca) di un minuto e trenta secondi che condensa il pensiero di tanti giovani e meno giovani. Tema centrale, sintetizzato in non poche interviste, è la “Cultura all’italiana”. Cultura è un sostantivo femminile, singolare ma infinitamente plurale per le sue infinite peculiarità, a cui è necessario dare la lettera maiuscola...

Una provocazione, forse. Un video-denuncia, forse. Una riflessione, anzi tante, certamente! Una sorta di intervista con raccolta di variegate opinioni, ma tutte convergenti in un comune denominatore: in città si nota l’assenza di uno stimolo che possa essere da pungolo per le manifestazioni culturali e punto di forza in cui possa convergere la sete di intrattenimento declinata in tutte le sue molteplici sfaccettature; dal teatro agli eventi culturali di spessore, dall’animazione al cinema, giusto per citarne alcuni che vengono subito in mente.

È come se mancasse una sorta di spazio, non tanto fisico quanto concettuale o di creatività. Un luogo dove ciascuno possa vivere appieno le proprie passioni, le proprie emozioni e, ovviamente, condividerle con gli altri. Il luogo è spazio e, al contempo, identità. Dunque, relazionale e storico perché “senza cultura non abbiamo un futuro”, come simpaticamente recita la vispa ragazzina che va a concludere il cortometraggio. Non è facile, ma è necessario provare iniziare e proseguire.

 

Giuseppe Nativo

 

Guida la puntata: Elvira Nobile

Produzione esecutiva: Lucia Cascone

Editing video: Andrea Martorana

Direttore della fotografia: Joseph Kimlet

Coordinamento di produzione: Rosellina Cascone

Idea e Regia: Ruben Ricca

Hanno partecipato: Cettina Rizza, Federica Napolitano, Asia Incatasciato, Giorgio Frasca, Stefania Battagalia, Valentina Frasca, Alessia Napolitano, Simona Garofalo, Flavio Lissandrello, Dorota Adamarex, Francesco Firullo, Loredana Toro, Riccardo Nobile, Giuseppe Abbondante, Valeria Pannuzzo, Claudia Augello, Nicoletta Schembari, Maria Noto, Germano Martorana, Carmelo Gugliotta e Betty. Video realizzato per Istituto d’arte analfabeta (2021)

Ragusa  


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry