fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Genere: Video
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Un Cortometraggio di Ruben Ricca 

 

Ragusa, 5 maggio 2021 — Ancora una riflessione o, come ama definirla Ruben Ricca, una “pillola” a cadenza mensile. Tema centrale è sempre la “Cultura” vista, sentita, ascoltata, da tutte le variegate angolature.

Ancora una volta la “Cultura”, considerata come l’insieme delle cognizioni intellettuali che attraverso l’esperienza, la lettura e lo studio diventano elemento costitutivo della personalità, contribuendo ad arricchire lo spirito, è vista come un’entità che deve essere aiutata, sostenuta dall’impegno comune e, soprattutto, non deve essere lasciata da sola nella completa indifferenza. Questo perché la “Cultura” è un qualcosa di prezioso avente l’effetto di stimolare il nostro animo. E allora la “Cultura” può essere considerata come un antidepressivo? Domanda principe cui ha cercato di rispondere “La Compagnia Segreta di Teatro” (rappresentata da un nutrito gruppo di attori ed operatori teatrali) che, insieme a Hereusium (associazione culturale promotrice di ogni attività artistico-culturale legate al territorio ibleo), propone il cortometraggio che rappresenta il “capitolo 3”. L’iniziativa – ideata e concretizzata con la regia di Ruben Ricca – utilizza una manciata di secondi per condensare, ancora una volta, il pensiero di tanti giovani e meno giovani. 

Sono incoraggiate o in che modo sono stimolate le attività artistiche? Diverse le risposte, talora sillabate talaltra complete. Tutte, però, sembrano convergere in un pensiero semplice e antico allo stesso tempo: la “Cultura” deve essere considerata nell’accezione di paideia greca il cui significato originario equivaleva a “educazione” e che assunse poi il valore di “formazione umana”. Una “formazione” da ricevere e una “in-formazione” da poter dare in ambito intellettuale e non solo. Tutto ciò deve fare da sprone, da pungolo. Proprio da qui è necessario “ri-partire” perché la “Cultura”, come fa notare uno degli intervistati, “è certamente uno stimolo che riconduce direttamente al bello della vita!”. “Cultura” è anche grammatica della vita!  

Giuseppe Nativo 

Ruben Ricca

::

Il suono e la furia (capitolo 3)

 

 

Guida la puntata: Elvira Nobile

Produzione esecutiva: Lucia Cascone

Editing video: Andrea Martorana

Direttore della fotografia: Joseph Kimlet

Coordinamento di produzione: Rosellina Cascone

Idea e Regia: Ruben Ricca

Hanno partecipato: Cettina Rizza, Federica Napolitano, Asia Incatasciato, Giorgio Frasca, Stefania Battagalia, Valentina Frasca, Alessia Napolitano, Simona Garofalo, Flavio Lissandrello, Dorota Adamarex, Francesco Firullo, Loredana Toro, Riccardo Nobile, Giuseppe Abbondante, Valeria Pannuzzo, Claudia Augello, Nicoletta Schembari, Maria Noto, Germano Martorana, Carmelo Gugliotta e Betty. Video realizzato per Istituto d’arte analfabeta (Sicilia, 2021).


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry