fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Religione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 8 gennaio 2015 – La Parrocchia Sacra Famiglia di Ragusa e l’Associazione internazionale Azione per Famiglie Nuove promuovono tre incontri su temi sensibili della “Famiglia”.

Gli incontri si inseriscono nel contesto del percorso di riflessione sulla Famiglia avviato dalla Chiesa con il Sinodo straordinario dell’ottobre del 2014 e in vista del Sinodo generale del 2015. 

Gli incontri si terranno presso la sala convegni della Scuola dello Sport di Ragusa nelle date sotto indicate e saranno incentrati  sui seguenti specifici temi:

Domenica 11 gennaio 2015, ore 17,30  - “Le spie rosse dell’amore e il perdono. La crisi di coppia: ostacolo od opportunità ?”

Relatori saranno i coniugi Rino Ventriglia, neurologo, psicoterapeuta, direttore delle scuola di Psicoterapia ad indirizzo analitico transazionale psicodinamico di Caserta, insegnante di psicologia della relazione presso la Facoltà teologica di Capua e Rita Della Valle, ginecologa, sessuologa.

Sabato 7 febbraio 2015, ore 18,00 - “La notte educativa e culturale oggi; quale speranza? Disagi, fragilità e crisi familiare nella società contemporanea". 

Ne sarà relatore il dr. Ezio Aceti, psicologo, consulente psicopedagogico del Comune di Milano e di molti comuni della provincia lombarda, direttore responsabile dello "Sportello di ascolto" per alunni, genitori e docenti dalle scuole materne alle scuole medie e superiori. Direttore della collana "Percorsi dell'educare" della casa editrice Città Nuova.

Sabato 28 febbraio 2015, ore 18,00 - "La teoria GENDER: per l'uomo o contro l'uomo?". 

Relatori saranno:  la prof.ssa Giuseppina Costanzo Macciotta, docente di scienze biologiche e studiosa di Bioetica e l’Avv. Flavia Cerino del Foro di Catania

Gli incontri sono pubblici e aperti al pubblico dibattito.

 

***

Il Vicariato di Scicli Commissione Famiglia e l’Associazione internazionale Azione per Famiglie Nuove Sicilia, nel contesto del percorso di riflessione sulla famiglia avviato dalla società civile in tutto il mondo e dalla Chiesa anche attraverso il Sinodo straordinario dell’ottobre scorso, hanno pensato di proporre a tutta la città di Scicli tre incontri sui seguenti specifici temi:
Sabato 10 gennaio 2015, ore 16,00-19,00
“Le spie rosse dell’amore e il perdono. La crisi di coppia: ostacolo od opportunità ?”
Ne saranno relatori i coniugi Rino Ventriglia, neurologo, psicoterapeuta, direttore delle scuola di Psicoterapia ad indirizzo analitico transazionale psicodinamico di Caserta, insegnante di psicologia della relazione presso la Facoltà teologica di Capua e Rita Della Valle, ginecologa, sessuologa.

Domenica 8 febbraio 2015, ore 16,00-19,00
“La notte educativa e culturale oggi; quale speranza? Disagi, fragilità e crisi familiare nella società contemporanea”.
Ne sarà relatore il dr. Ezio Aceti, psicologo, consulente psicopedagogico del Comune di Milano e di molti comuni della provincia lombarda, direttore responsabile dello “Sportello di ascolto” per alunni, genitori e docenti dalle scuole materne alle scuole medie e superiori. Direttore della collana “Percorsi dell’educare” della casa editrice Città Nuova.

Domenica 1 marzo 2015, ore 16,00-19,00
“La teoria GENDER: per l’uomo o contro l’uomo?”.
Ne saranno relatori la prof.ssa Giuseppina Costanzo Macciotta, docente di scienze biologiche di Bioetica e l’Avv. Flavia Cerino del Foro di Catania.

Gli incontri sono pubblici e aperti al pubblico dibattito.
Sede dei tre incontri:
Salone parrocchiale “Madonna di Fatima” via Modena, Scicli.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry