Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 

Info: Garante per la Privacy

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Share/Save/Bookmark

Palazzolo Acreide, 6 febbraio 2017 – “Il campo, ancora una volta, ha parlato chiaro dicendoci di una grande squadra decisa a vincere la partita, che poteva benissimo finire 2 a 0 per noi, e di un'altra spenta, priva di gioco e molto confusa”. E' l'analisi del “day-after” del patron della società iblea Graziano Cutrufo, il quale, dopo la grande prestazione di Acireale, si dice fiducioso e soddisfatto nonostante al “Tupparello” i granata siano riusciti, non senza fortuna, a fermare il Palazzolo sul pari. 

“La squadra, ormai, è una certezza, - ha detto Cutrufo - e con il rientro degli infortunati e di Davide Baiocco possiamo crescere ancora. Ho fatto i complimenti ai nostri ragazzi per la grande personalità con cui hanno tenuto il campo chiudendo la gara senza subire nemmeno un tiro in porta e sfiorando a più riprese una vittoria che avremmo assolutamente meritato. Al di là della partita, tuttavia, in me rimane una certa amarezza: ancora una volta, infatti, - ha aggiunto il primo tifoso gialloverde - non ci è stato ricambiato il trattamento che avevamo riservato a loro nella gara d'andata. Nel prenderne atto non possiamo che ringraziarli, – conclude - anche se una piazza come Acireale meriterebbe sotto ogni punto di vista molto ma molto di più”. Infine Cutrufo si rivolge agli oltre 200 tifosi palazzolesi che nella giornata di ieri hanno seguito la squadra: “E' stato bello vedere così tanta gente anche in trasferta, - ha ricordato il patron – e sono grato a tutti quelli che ci sono stati vicini. Anche nelle ultime dieci importantissime gare il sostegno dei nostri tifosi non mancherà, anzi, ne sono certo, sarà per noi fondamentale”.

© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati - Condizioni

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry