Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Riscontro positivo di una manifestazione che ha rappresentato per i giovani cestisti della “Fernando Ciavorella” una importante occasione di perfezionamento sportivo e di aggregazione socio relazionale

 

Scicli, 29 luglio 2019 – Le quattro giornate di perfezionamento sportivo e di ossigenazione nella splendida località di San Severino Lucano sede del Campus Estivo Sport Vacanze 2019 organizzato dalla “Fernando Ciavorella” sono letteralmente volate via in un baleno.

Il programma di allenamenti, le escursioni nei percorsi naturalistici situati nei boschi del Monte Pollino, le attività di osservazione ambientale, i giochi organizzati all’interno del parco, i giochi di intrattenimento hanno creato motivo di interesse e di coinvolgimento per i giovani atleti partecipanti al Campus.

Certamente per tutti è stata un’esperienza unica e irripetibile tant’è che in parecchi sono stati i giovani che hanno promesso di essere presenti anche nella prossima edizione del Campus Estivo Sport Vacanze.

L’esperienza del distacco dai genitori, il senso di indipendenza e di autonomia che ha caratterizzato questa fase adolescenziale è stata per i giovani mini atleti un fatto sicuramente positivo che li aiuta a crescere fisicamente e psicologicamente ma anche un modo di trovare in se stessi sicurezza e consapevolezza.

Il rapporto di amicizia, per alcuni rinsaldato e per altri acquisito e sviluppato, è stato il leitmotiv che ha contraddistinto il periodo di permanenza al Campus.

La mitezza della temperatura del luogo, quando nella nostra città imperversava il caldo afoso toccando i 40 gradi, ha consentito di migliorare le prestazioni atletiche dei giovani atleti attraverso il meccanismo dell’ossigenazione che in montagna aiuta a migliorare le prestazioni fisiche unitamente ad una visione del paesaggio che sicuramente è risultata abbastanza gradevole.

 

Giuseppe Carestia

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.