fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Economia e Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 29 aprile 2015 – La domanda per ottenere il riconoscimento della cittadinanza italiana diventa telematica.

Partirà il 18 maggio, infatti, il nuovo sistema di invio telematico della domanda diretta ad ottenere il riconoscimento della cittadinanza italiana, per matrimonio con un cittadino italiano o per residenza, messo a punto dal dipartimento per le Libertà civili e Immigrazione del ministero dell'Interno. 

Obiettivo del progetto è quello di consentire al richiedente l'invio telematico della domanda e dei documenti necessari. Il nuovo sistema di acquisizione online permetterà una notevole semplificazione dell'azione amministrativa con l'eliminazione dei modelli cartacei e con lo snellimento della fase di inserimento delle pratiche di cittadinanza nel sistema informativo “Sicitt” (Sistema informativo cittadinanza).

Il richiedente compilerà la domanda in questione, utilizzando le credenziali di accesso ricevute dopo la registrazione al portale dedicato, e la trasmetterà in formato elettronico, unitamente ai quattro documenti obbligatori per la richiesta di cittadinanza (estratto atto di nascita del Paese di origine, certificato penale del Paese d'origine e di eventuali Paesi terzi, ricevuta di versamento del contributo di 200 euro previsto dalla legge n. 94/2009, documento di riconoscimento). 

Dal 18 maggio al 17 giugno sarà possibile acquisire le istanze di concessione della cittadinanza italiana sia in formato cartaceo che elettronico, mentre dal 18 giugno le domande dovranno essere acquisite esclusivamente con modalità informatiche.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry