fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Economia e Lavoro
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 8 settembre 2014 – I comitati direttivi delle quattro Camere del Lavoro di Catania, Siracusa, Ragusa e Caltagirone sono stati convocati per mercoledì 10 settembre alle 9.30 alla Villa Di Pasquale a Ragusa per affrontare il tema: ”Distretto Sud Est: potenzialità, prospettive ed idee per uno sviluppo possibile. La proposta della CGIL”.

La riunione segue l’iniziativa congiunta tenutasi, sullo stesso argomento, a Siracusa l’11 giugno scorso e  questo nuovo appuntamento si pone l’obiettivo di dare continuità all’azione assunta su questa tematica dal sindacato.

Anche questo momento  fa riferimento all’atto di costituzione del Consorzio del Distretto del Sud-Est Sicilia avvenuto nel febbraio scorso a Catania alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

 Il programma dei lavori dei comitati direttivi prevedono  la relazione introduttiva che sarà tenuta da Giovanni Avola, segretario generale della Cgil di Ragusa e quindi gli interventi di  Michele Pagliaro, Segretario Cgil Sicilia e dal segretario nazionale, Fabrizio Solari, che chiuderà i lavori.

Al dibattito sono previsti gli interventi dei Segretari generali della Cgil di Catania, Giacomo Rota, di Siracusa, Paolo Zappulla e di Caltagirone, Salvatore Brigadeci.

Alla riunione dei comitati direttivi seguiranno quattro convegni regionali che si svolgeranno a Ottobre a Ragusa sulle infrastrutture, a Novembre a Caltagirone sull’agricoltura, a Dicembre a Siracusa sul turismo e i beni culturali. 

A gennaio, nell’ultimo convegno, saranno tratte le conclusioni a Catania.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry