fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ragusa, 7 aprile 2016 – Riprendono gli appuntamenti formativi promossi dall’Ordine dei Giornalisti con la collaborazione dell’Assostampa Ragusa.

Venerdì 8 aprile alle ore 16 presso la sala congressi di PmiSicilia (Centro Direzionale delle Imprese PMI Ragusa Multifidi) sulla s.p. Comiso-Chiaramonte (via Sciascia, 98) si terrà il seminario sul tema: “Parole e cibo: storia, scienza e deontologia del giornalismo enogastronomico”.

Si parlerà, tra gli altri argomenti, del ruolo dell'informazione e dei giornalisti per la promozione dei territori e della sua cucina ai tempi dei social; della sostenibilità agroalimentare e del consumo responsabile; della specificità della cucina mediterranea di fronte alla globalizzazione della cucina mondiale; dei prodotti d'eccellenza di un territorio come veicolo di promozione ed attrazione turistica. Relatori saranno la giornalista enogastronomica Gianna Bozzali, il direttore f.f. della Scuola di cucina “Nosco” di Ragusa Giovanni Gallesi e lo chef Salvo Nicastro, responsabile della cucina al Cluster BioMediterraneo Expo 2015. Tra gli interventi in programma quello di Davide Rabito presidente del Consorzio Sinzalìa, la piattaforma logistico informatica dedicata alla vendita online dei prodotti d'eccellenza siciliani. A moderare i lavori sarà il segretario provinciale dell'Assostampa Gianni Molè. 

Al termine del seminario e con inizio alle ore 19 si terra l’assemblea degli iscritti dell’Assostampa di Ragusa per l’approvazione del bilancio consuntivo 2015 e quello di previsione 2016.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


RSS attualità


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry