fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Notizie tematiche
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

III Edizione

 

Domani, 14 aprile, alle ore 09.30, al Palatenda di Ragusa, avrà luogo la III edizione del progetto di Educazione Stradale   “Faranno strada .. di sicuro – giovani Artisti per la sicurezza stradale”.  Il progetto, ideato dalla Polizia Stradale di Ragusa, parte dalla triste evidenza che sulle strade, ogni anno, in tanti sono a perdere la vita (3385 ultimo dato Istat) e che nonostante la riduzione del numero delle vittime della strada negli ultimi dieci anni, ancora oggi, la principale causa di morte per i giovani, di età compresa tra i 15 ed i 30 anni, è l’incidente stradale.

In provincia di Ragusa, nel corso dell’anno 2014, ci sono state 20 vittime, di cui 11 erano utenti deboli della strada (9 motociclisti, 1 pedone, 1 ciclista); nel corso del 2015, ci sono state 21 vittime, di cui 8 erano utenti deboli (5 motociclisti, 2 pedoni, 1 ciclista). Nei primi  mesi di quest’anno, delle 6 vittime per incidenti stradali, 4 appartengono agli utenti deboli (3 motociclisti ed 1 pedone). 

Lo scopo dell’iniziativa è quello di dare un segnale forte, di particolare attenzione al tema, mettendo insieme arte (musica, teatro, ballo, disegno), “allegria” ed il tema “serio” della sicurezza stradale,  facendo  diventare i giovani studenti i principali attori di una campagna volta ad aumentare la cultura della sicurezza stradale. Così è nato il progetto “Faranno strada……di sicuro. Giovani Artisti per la Sicurezza Stradale”, con il patrocinio del comune di Ragusa, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, con il quotidiano “La Sicilia”  con la direzione artistica del Maestro Peppe Arezzo.  Un ruolo determinante nel progetto è stato giocato dai rappresentanti della Consulta Provinciale Studentesca di Ragusa che hanno talmente creduto nel progetto che lo hanno portato come modello di educazione stradale, lo scorso anno, a Roma, nell’incontro con gli altri rappresentati delle Consulte Provinciali di Italia. Quindi, domani, i ragazzi, rappresentanti delle scuole della provincia di Ragusa, si esibiranno di fronte ad un migliaio di studenti loro coetanei (delle scuole I.I.S.S “UMBERTO I, diretto dalla Prof.ssa Nunzia Barone, I.T.C.A. “F. BESTA”, diretto dalla Prof.ssa Antonella Rosa, Liceo Scientifico “E. FERMI”, diretto dal Prof. Francesco Musarra,  Liceo artistico “G. FERRARIS”, diretto dalla Prof.ssa Maria Malignaggi,  di RAGUSA; I.I.S.S.“Q. CATAUDELLA”, diretto dal Prof. Vincenzo Giannone - di SCICLI; Liceo Artistico e I.P.I.A. “T. Campailla”, diretto dal Prof Sergio Carrubba, di MODICA; I.I.S.S “G. LA PIRA”, diretto dalla Prof.ssa Mara Aldrighetti di POZZALLO.

I giovani artisti saranno affiancati dai seguenti artisti e gruppi già affermati:

Peppe Arezzo e la sua Orchestra; Lorenzo Licitra; Direttore artistico del Teatro comunale di Vittoria, Massimo Leggio; Vincenzo Fontes, Alberto Fidone, Carlo Cattano, Peppe Tringali, Emanuela Curcio e la “Compagnia di ballo del MASD”, Alessio Maruccia, Michele Arezzo. L’evento, condotto dalla giornalista Caterina Gurrieri, vedrà come testimonial d’eccezione Marco Selvaggio, percussionista di fama internazionale, noto per l’originalità nel suonare l’hang drum. 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


RSS attualità


Libri di Salvo Micciché

Giovanni Aurispa, umanista sicilianoLa Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e ParmiArgu lu cani
Giovanni Aurispa, umanista sicilianoLa Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana
Salvo Micciché,Giovanni Aurispa, umanista siciliano Carocci EditoreSalvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

Dall'Alba ai GirasoliSikelia 2San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà popolare a ScicliLa Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLibSusanna Valpreda, Sikelia 2, LithosIgnazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Biancavela - StreetLibSusanna Valpreda, Sikelia 2... LithosIgnazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella ... ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare ... Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle Milizie ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry