fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Religione
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La processione esterna è in programma domenica 5 alle 19,30

 

Ragusa, 3 ottobre 2014 – Domani, sabato 4 ottobre, sarà celebrato anche a Ragusa San Francesco d’Assisi. 

Nella parrocchia del quartiere Cappuccini è un appuntamento religioso che assume, tra l’altro, una dimensione sociale per la capacità che ha l’evento di aggregare fedeli e residenti. Questo il messaggio che, per l’occasione, è stato diramato dal parroco, don Salvatore Converso. 

“La celebrazione della festa di San Francesco – è scritto nel testo rivolto ai fedeli – è una opportunità per ravvivare il senso di appartenenza a Cristo nella Chiesa mentre si riavvia il nuovo anno sociale. Quest’anno San Francesco d’Assisi invita i suoi devoti a sottoporsi a controlli spirituali periodici e alla pratica di stili di vita sana e sobria. Quindi…attenzione al cuore…perché un cuore sano rende l’esistenza serena. Papa Francesco suole fare spesso riferimento alla miseria, materiale e morale ovverosia a quelle forme di schiavitù legate al peccato e all’ingiustizia sociale che portano gli esseri umani all’indigenza e allo svilimento della dignità personale. Insomma, tutte queste miserie ci colpiscono quando ci allontaniamo da Dio e rifiutiamo il suo Amore”. 

 

I ragazzi delle scuole elementari “incontreranno” San Francesco a partire dalle 10 di domani. 

Alle 17, in piazza Cappuccini, ci saranno i giochi in piazza. Mentre alle 18,30 si terrà la concelebrazione eucaristica presieduta da mons. Carmelo Ferraro, arcivescovo emerito di Agrigento. 

La celebrazione sarà preceduta, alle 18, dalla recita del Rosario e dalla coroncina a San Francesco. Tra le iniziative ricreative in programma domani, da segnalare alle 20,30 l’apertura della sagra del “pani cunzatu” mentre alle 21,30 si terrà la seconda edizione della manifestazione canora “Una voce per San Francesco”. 

Presenta Mario Vita con la partecipazione del maestro direttore d’orchestra Giacomo Antonio Palermo. 

 

Domenica 5 ottobre è fissata la festa esterna. 

Questi gli appuntamenti: alle 9,30 e alle 11 si terranno le sante messe mentre alle 12 ci sarà la benedizione degli animali. Alle 18 il santissimo Rosario e la coroncina a San Francesco a cui seguirà la santa messa a partire dalle 18,30. Subito dopo è in programma la processione con il simulacro di San Francesco per le seguenti vie: piazza Cappuccini, via Traspontino, via Padre Scopetta, via Dante, via Pennavaria, via Colombo, piazza del Popolo, piazza Caduti di Nassiriya (ospedale Civile), via Salvo D’Acquisto, via Leonardo Da Vinci, via Libertà, via Dante, via Pennavaria, via Trento, via Cesare Battisti, via ing. Migliorisi, via Orlando, piazza Igea, via D’Alcamo, via Suor Maria Boscarino, via Carlo Alberto, Largo Beata Maria Candida (sosta al monastero delle Carmelitane), via Marsala, piazza Cappuccini, via Traspontino, ponte Vecchio (qui si terrà lo spettacolo pirotecnico) e rientro in chiesa. La processione sarà accompagnata dal corpo bandistico “San Giorgio – Città di Ragusa”. 

Alle 22, poi, si terrà lo spettacolo musicale con balli in piazza a cura dei “Due più due”.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry