fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Scicli, 14 marzo 2015 – Piacevole e interessante mattinata a scuola nel Plesso Micciché-Lipparini del “Comprensivo Giovanni Dantoni” a Scicli.

Per il “Progetto conosciamo l’autore” i ragazzi delle terze classi (sez. A-E) hanno incontrato il giudice Salvatore Rizza per dialogare sul suo ultimo libro “Pensieri minimi”.

Hanno fatto gli onori di casa la Dirigente Gabriella La Marca e le insegnanti Giusi Sgarlata e Concetta Iurato.

Immediata e semplice la “lezione” del dott. Rizza, che ha avuto modo di spiegare perché avesse scelto la tecnica dell’aforisma per comunicare i suoi pensieri. La presenza di Rizza ha dato l’occasione anche per conoscere meglio l’esperienza di un Operatore della Giustizia. Così diverse domande dei ragazzi e anche degli Operatori scolastici presenti hanno dato modo al dott. Rizza di riportare alcuni aneddoti della sua carriera di magistrato. Il prof. Pino Nifosì, altro invitato alla “lezione”, ha letto e spiegato alcuni aforismi.
Le due scolaresche “studieranno” adesso il libro “Pensieri minimi”, dato che il progetto ne prevede l’acquisto da parte della Scuola. Ciò per meglio avviare i ragazzi alla lettura e alla riflessione (altra dai libri scolastici). Un progetto che in questi mesi sta riguardando altre terze classi che stanno “adottando” e studiando altri libri extra-scolastici.
L’idea iniziale è della Dirigente Scolastica che ha voluto portare nella sua Scuola un’esperienza del Salone del Libro di Torino, ma ovviamente sono stati i docenti a pianificare il progetto educativo e culturale insieme. Brave!

Il Giornale di Scicli


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry