fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Siracusa, 8 aprile 2015 – L’Associazione Eumetra “European & Mediterranean Training Association” ospiterà in 4 provincie siciliane, una mostra di pittura Ebru, tradizionale arte della pittura sull’acqua, meglio conosciuta come antica tecnica turca della pittura marmorizzata. 

L’artista turco che esporrà i suoi lavori, ben conosciuto in tutto il mondo è il Prof. Kubilay Eralp Dincer. 

La prima tappa in Sicilia è stata stabilità a Siracusa, in considerazione che  il Consolato  Generale per la Sicilia  ha qui sede ed anche perche si vuole dare a Siracusa il giusto riconoscimento culturale che Le spetta

La mostra sarà  allestita a Siracusa presso gli spazi espositivi del Consorzio dei Comuni  già Provincia regionale di Siracusa, con sede in Via Roma   L’inaugurazione  è fissata per giorno 9 Aprile  alle ore  18 e sarà preceduta da una conferenza tenuta dall’artista turco  e dal critico d’Arte  Michele Romano.  Le altre tappe in Sicilia saranno:  Ragusa  dal 18 al  26 Aprile, Taormina  dal  28 Aprile  al  4 maggio e  Catania dal  5 al 15 maggio.

La  presenza dell’artista turco a Siracusa, oltre per la presentazione dei sui lavori, ha anche lo scopo di poter promuovere questa speciale tecnica  presso prestigiosi Istituti ( Licei artistici ed Accademie di Belle Arti) delle rispettive località  interessate dalla mostra. A questo proposito e con accordi intrapresi tra il Consolato  e le direzioni scolastiche degli istituti interessati,  saranno tenuti dei corsi pratici, giorno 8 Aprile  con Il Liceo Artistico  Matteo Raeli di Noto, il giorno 9  con il Liceo Artistico  A. Gagini di Siracusa, giorno 10 con l’Istituto Professionale Artistico di Ragusa ed  ultima tappa,  giorno 11, con l’Accademia di Belle Arti di Catania. 

Sarà  mio personale piacere e dell’artista turco averVi presenti, all’ inaugurazione, e poter aver modo di constare ed apprezzare  questa particolare ed ancora oggi interessante tecnica  di pittura

 

Domenico Romeo

 

Ebru, l'antica arte della pittura sull'acqua

  

Nata oltre tremila anni fa è l’unica tecnica al mondo che permette di dipingere direttamente sulla superficie dell’acqua

 Una tecnica straordinaria  da un effetto ammaliante e ipnotico, una forma d’arte nata circa 3.000 anni fa. L’Ebru ha da sempre affascinato milioni di persone grazie all’effetto “liquido” e fluttuante dei dipinti realizzati con questa particolare forma d’arte. La parola deriva dal turco, vuol dire “nuvoloso” e viene eseguita con l’utilizzo dei colori ad olio e di un sottile strato d’acqua al posto del foglio.

 

TRA ARTE E MAGIA - L’Ebru o marmorizzazione è una tecnica di decorazione cromatica su carta che imita, riproducendone le chiazzature di colore, una superficie di marmo. Consiste nel porre un foglio di carta sulla superficie dell’acqua ed è resa possibile grazie alle proprietà di liquidi diversi insolubili l'uno nell'altro. I liquidi utilizzati sono quindi l'acqua, che forma lo specchio per la creazione della tavolozza cromatica, e i pigmenti ad olio diluiti in trementina e bile di fegato bovino. L'olio e la trementina risultano per la loro natura insolubili in acqua e costituiscono la sostanza da veicolare sulla superficie del foglio da marmorizzare, mentre la bile ha una funzione tensioattiva, ovvero permette di rompere parzialmente la tensione superficiale dello specchio d'acqua. La soluzione di pigmenti oleosi viene dunque deposta sulla superficie dell'acqua con schemi e disegni ordinati dall'artigiano. Solitamente si opera deponendo delle gocce che successivamente possono essere "tirate" utilizzando delle sottili. A questo punto non rimane che deporre il foglio da decorare sulla superficie, avendo cura di farvi planare il foglio in tutte le sue parti e di ritirarlo subito non appena questo mostra i segni dell'acqua che vi penetra.

 

LA STORIA - La tecnica dell’Ebru nasce nelle zone dell’India e dell’Iran era una tecnica applicata praticamente per la maggior parte dei libri. Si può dunque supporre che tragga origine dalla zona di Bukhara (attuale Uzbekistan) e risalga ad almeno 3000 anni fa. Seppure originario di Bukhara, l’Ebru si è diffuso lungo la Via della Seta fino in Iran, India e nei Paesi Arabi. Presso gli Ottomani veniva utilizzato come foglio di guardia dei libri e nella confezione di “Murakka Kıta”, ovvero cartoni fatti a mano e ricoperti di carta, su cui scrivevano i calligrafi. Gli esemplari più antichi, risalenti al 1447, sono esposti nella biblioteca del Palazzo di Topkapı.

 

 

UN USO REGALE - L’Ebru era anche molto utilizzato in passato per  redarre documenti importanti e carte di valore per la sua caratteristica di mostrare immediatamente cancellature e raschiature. Inoltre quaderni realizzati con tutte le pagine di carta marmorizzata venivano offerti dal Palazzo Imperiale alle famiglie reali d’Europa e agli ambasciatori stranieri presenti ad Istanbul per suscitarne l’ammirazione. Da allora grandi quantità di carta marmorizzata e di quaderni realizzati con questa tecnica si spediscono ancora oggi da Istanbul in tutta Europa e sono un vero e proprio oggetto di culto.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry