fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Ogni sguardo dello scrittore diventa visione e viceversa: ogni visione diventa uno sguardo” 

G. Bufalino

 

 

Scicli, 8 agosto 2014 – Gli sguardi di Gimo Marino sono sempre attenti a delineare la vera essenza delle persone che vengono raffigurate: scoprire che cosa c'è all'interno delle loro presenze fisiche, quale segreto racchiudono le loro anime, perché tanta intensità nel guardare l'altro. 

   Queste e altre domande si fa l'artista mentre osserva a lungo la foto che ritrae una donna, un bambino, un vecchio. Quali desideri inespressi, quale tensione misteriosa e incerta ci trasmette nel suo sguardo? L'attenzione ai dettagli, lo stile preciso e inesorabile dell'acrilico, la scelta dei colori, delle ombre, delle luci sui volti sono la testimonianza della ricerca pittorica dell'artista che vuole scandagliare e scoprire l'anima degli umani attraverso una ruga, un ghigno, un tenue sorriso, tutto può essere utile per capire chi c'è dietro a quella fisicità. 

  Quindi lo sguardo diventa visione per l'artista come per lo scrittore, lo scopo è lo stesso: comprendere l'altro al di là dello sguardo, della  presenza fisica, delle  caratteristiche somatiche ed etniche, cercare una comprensione profonda e partecipe con l'altro. Ecco perché la scelta del soggetto risulta così varia e multiforme: Gloria che ti guarda e sembra dire “ho il mondo davanti e voglio essere felice”; la Vieja mujer che ti comunica la sua saggezza e i dolori sofferti nella sua vita di indigena chapaneca; la consapevolezza del soldato di No war; la sfrontatezza de “La ragazza col filo di perle”; la sensualità di “Rosa-light”, la misteriosa ambiguità delle bambine giapponesi.

La visione di Gimo Marino è quindi una ricerca continua perché come dice José Saramago “ Ho passato la vita a guardare negli occhi della gente, è l'unico luogo dove esiste ancora l'anima”.

 

Gimo Marino è nato a Siena nel 1951, vive e lavora a Genova. Nel 2011 ha esposto a Milano al Boh!? Café e nel 2012 al Union Club. Nello stesso anno ha vinto il 1° Premio per la pittura al Concorso Nazionale per l'arte contemporanea Saturarte. Nello stesso anno ha tenuto la mostra personale “Humans” presso la galleria d'arte Koiné Scicli. Nel 2013 si è svolta la personale “Specchi dell'anima” alla galleria Saturarte di Genova dove ha partecipato anche a varie iniziative artistiche.

                                                                                        

Mavì Marino

 

 

 

***

SGUARDI E VISIONI. Mostra personale di Gimo Marino

Inaugurazione: domenica 10 agosto 2014 ore 21

A cura di Mavì Marino

Orario di apertura: tutti i giorni dalle 19 alle 24

Galleria d'arte Koiné Scicli

Via F.M. Penna 40, 97018 Scicli (Rg)

Tel. 0932843812 /3357857777

www.galleriakoine.it   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry