fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Comiso, 29 maggio 2015 – “La partita della solidarietà”, il triangolare di calcio  tra le squadre della Nazionale Angeli della Tv Amici di Maria De Filippi, della Nazionale Calcio Vittime della Strada Onlus Roma e la Nazionale Calcio Università Pegaso, con la presenza del direttore Prof. Calogero Di Carlo, quest'ultima composta da studenti di Comiso e Vittoria, ospitato presso la Stadio Comunale di Comiso, ha aperto la giornata conclusiva del progetto“Tutti insieme per la vita”. Il triangolare è stato seguito da quasi 1.500 alunni provenienti da tutte le scuole primarie e medie comisane che hanno fatto da degna cornice alla manifestazione.

Il progetto di educazione alla legalità e alla sicurezza stradale  è stato messo in cantiere dall'Amministrazione comunale in collaborazione con l'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus. Ha presentato il giornalista Lucio Di Mauro.

Sono intervenuti il sindaco Filippo Spataro, gli assessori Fabio Fianchino (Polizia municipale), Sandra Sanfilippo (Politiche Volontariato e Spettacolo), il presidente del Consiglio comunale Gigi Bellassai, il responsabile ibleo dell'Associazione Familiari e Vittime della Strada Biagio Lisa. Sono altresì intervenuti Fabio Prelati e Doroti Cutrone, rispettivamente assessori allo Sport dei Comuni di  Vittoria e Acate. 

Il sindaco Spataro, nel salutare e ringraziare tutti gli intervenuti, ha posto l'accento sulla proficua sinergia creata con le scuole che hanno aderito con entusiasmo alla manifestazione. “Soprattutto voi giovani – ha concluso il primo cittadino comisano rivolgendosi direttamente agli alunni –  che siete il futuro della società, fate tesoro di questa giornata di festa e siate rispettosi delle regole di comportamento su strada perchè troppi ragazzi sono vittime di incidenti stradali. Guidare con prudenza, rispettando il Codice della Strada, salva davvero la vita”.

L'assessore Fianchino ha ricordato come il progetto sia stato messo in cantiere grazie alla preziosa collaborazione dell'Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada. “E' stato un progetto che si è articolato in alcuni incontri nelle scuole e, oggi, con questo triangolare calcistico, una grande festa, reso possibile dalla disponibilità dell'Academy Stras di Lucia Aparo, dell'Agenzia Lavore di Gela, dell'Associazione Fair, del direttore artistico del Comune Mario Pollicita, l'assessore alla Viaiblità del nostro Comune Vittorio Ragusa, tutti soggetti che hanno curato l'organizzazione dell'evento. Ringrazio – ha continuato l'assessore Fianchino – le tre squadre che hanno simpaticamente dato vita al triangolare calcistico, i dirigenti scolastici e i docenti delle scuole Senia, Monserrato, De Amicis, Pirandello, Verga, Bufalino e ancora la Polizia municipale e la protezione civile per il servizio reso alla viabilità”. 

Il programma continuerà nel pomeriggio, inizio alle 19.00, con l'incontro-dibattito-intervista con Angeli della Tv Amici, presso il Kartodromo Sole Luna (SS115 Vittoria).

Chiuderà l'evento, lo spettacolo serale con esibizione di Artisti Angeli della Tv amici di Maria De Filippi, inizio alle 21.00 sempre preso il Kartodromo Sole Luna di Vittoria. Si esibiranno Dave Monaco, Elisa Franco, Letizia Contadino, Angela (cubista), Luca j master, Giada Scarpato, Fabio Pagano Dj, Kevin Carpinteri.

Condurranno la serata Lucio Di Mauro, Lucia Aparo, che cura anche la direzione artistica, e Pino Giacchi. Madrina della serata sarà Rachele Astuto.

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


RSS attualità


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry