fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Solarino (Siracusa), 12 maggio 2015 – Consegnato questa mattina al comando della Polizia Municipale un defibrillatore da parte del personale della Seus scpa, società che gestisce il 118 in Sicilia.

"Con questa consegna  si chiude il progetto "Ti Abbiamo a Cuore" con la Seus, la Centrale Operativa 118 di Catania (competente nel nostro territorio) che ha avuto il compito di formare gli operatori e l’Anci. 

Un  progetto che ha riguardato molti paesi in Sicilia e quello di Solarino  é stato scelto per farne parte integrante. Nei giorni scorsi sono stati formati diversi operatori, tra cui alcuni Vigili Urbani, Carabinieri e cittadini che lavorano attorno la piazza, che avranno la responsabilità di usare il Dae (nome tecnico per indicare il defibrillatore automatico esterno) nei casi in cui fosse richiesto. 

"É un passo fondamentale per la salute dei cittadini - ha detto il sindaco Sebastiano Scorpo -, visto che in caso di arresto cardiaco, la tempestività dei soccorsi é l’unica arma vincente per aumentare le possibilità di sopravvivenza del malcapitato. La posizione strategica di installare il defibrillatore in Piazza - conclude il Sindaco - non é ovviamente casuale, poiché essa è il centro della vita del paese e luogo principale di eventi e manifestazioni. Non per questo escludiamo il resto di Solarino. Infatti è intenzione di questa Amministrazione dotare al più presto di defibrillatore anche la Scuola ed il campo sportivo, altri luoghi di aggregazione che vanno inevitabilmente tutelati".

 

Fonte: Siracusanews


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


RSS attualità


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry