Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

#Ragusa, 16 marzo 2016 – Non ha certo bisogno di presentazioni l'artista che si esibirà domenica 20 marzo al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla, in un nuovo e atteso appuntamento con Ibla Classica International. 

È il maestro Peppe Arezzo il nuovo ospite della manifestazione, invitato, insieme al fratello Michele Arezzo che cura i testi dello spettacolo, per tornare a presentare il suo ultimo cd “Il Pianificio”. 

L’album contiene quattordici pezzi, tutti inediti, che vedono Arezzo in qualità di solista al pianoforte.

È la prima volta per l’artista ragusano. Finora, infatti, tutti i cd che ha realizzato lo vedevano protagonista ma assieme ad altri artisti da lui stesso selezionati o con la sua orchestra. 

Questa volta un passo ancora più importante con le musiche composte appositamente per il pianoforte mentre tutti i testi descrittivi sono stati curati dal fratello Michele Arezzo, giovane scrittore. Ed è proprio lui che spiega il senso di questo nuovo lavoro di Peppe Arezzo: "Un salto nel tempo, un salto dentro la storia, la nostra storia. Un salto lungo quattordici respiri. Respiri indispensabili. Quattordici momenti che c’appartengono, che ci portiamo scritti sulla carne, e sui pensieri. 

Quattordici momenti in cui, senz’alcun dubbio, potrete ritrovarvi tutti. Il Pianificio sono quattordici piccole storie che raccontano parte di una vita, la nostra, che più bella, piena e travolgente, non sarebbe mai potuta essere". Peppe Arezzo è direttore artistico e musicale di varie manifestazioni siciliane. Ha diretto l’orchestra del Festival della Nuova Canzone Siciliana e ormai da anni anche l’orchestra del premio Ragusani nel Mondo. Attualmente è in tournée nei principali teatri d'Italia con la “Peppe Arezzo Orchestra” mentre da qualche anno accompagna Amii Stewart in tutti i suoi concerti. 

L’appuntamento di domenica prossima rientra nell’ambito della XII stagione concertistica Ibla Classica International che vivrà così l’ennesimo appuntamento, esattamente il 282esimo, dopo lo straordinario successo dei concerti precedenti con vari sold out.

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.