Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Modica, 4 dicembre 2014 – Lo scorso weekend si è svolto a Torino il Grand Prix FIE di fioretto, prova di coppa del mondo a punteggio raddoppiato che ha visto in pedana sia la prova maschile che femminile.

Giorgio Avola si è fermato agli ottavi di finale lasciando intravedere dei miglioramenti rispetto alle prime due uscite internazionali.

Avola ha vinto il primo match contro il russo Arslanov, un assalto combattuto  e difficile che ha visto il modicano prevalere per 10-9 alla priorità.

Molto più agevole il secondo match in cui “il Conte” si è nettamente imposto per 15-8 su Khovanskyi, altro atleta russo.

Agli ottavi l’avversario di Avola è il compagno di squadra Valerio Aspromonte, rientrato in pedana dopo aver saltato i primi due eventi di Coppa del Mondo vista la sua partecipazione al Talent Show di Raiuno “Ballando con le Stelle”.

Il match si mette subito in salita per Avola che si ritrova in meno di un minuto in svantaggio per 6-13, punteggio che lascia poche speranze sull’esito finale del match. 

Nonostante ciò, l’olimpionico modicano inizia a credere ad una possibile rimonta e stoccata dopo stoccata riporta il match sul 14-14 rimettendo tutto in discussione.

Nel momento decisivo, un attimo di esitazione costa carissimo ad Avola che subisce l’attacco diretto di Aspromonte e dunque la stoccata che gli costa il match. 

La gara del “Conte” finisce dunque agli ottavi, ma fortunatamente l’allievo del Maestro Migliore conserva una posizione alta nel ranking, un buon viatico per ripartire a Gennaio da Parigi, prossima tappa del circuito internazionale di fioretto. 

Intanto questo weekend la Conad Scherma Modica sarà in gara ad Ancona per la Prova Giovani di fioretto con Ettore Mallia, Paola Maltese ed Erika Terranova mentre il cadetto Bruno Salerno volerà a Cabries, in Francia, per la prova del circuito europeo under 17 di fioretto.

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.