Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Ragusa, 15 dicembre 2014 – Ancora una grande prestazione delle Aquile biancoverdi, che nell’anticipo della dodicesima giornata, hanno prevalso a La Spezia, confermando il ruolo di capolista del massimo campionato di basket femminile. 

La Carispezia, ieri sera al Palaminardi di Ragusa, ha provato a restare in partita fino a quando ha potuto, soprattutto con il tiro da tre punti, ma quando le biancoverdi hanno aumentato l’intensità difensiva non c’è stata più storia, ed il match è terminato con il punteggio di 76-40.

Tutte in campo le 12 giocatrici: coach Molino, nel finale di gara, non ha mancato di dare spazio anche alle due ragusane Sorrentino e Saggese. 

“All’inizio abbiamo lascato un po’ troppo spazio – commenta il tecnico biancoverde al termine del match - poi siamo stati più attenti in difesa, abbiamo fatto valere il nostro maggiore tasso tecnico e fisico ed abbiamo trovato buone soluzioni, anche perché a quel punto hanno cominciato a trovare fiducia un po’ tutte. Sono soddisfatto, perché tutta la squadra ha giocato molto bene e si è espressa su buoni livelli. Ho risparmiato Valerio perché ancora non è al meglio, ma lei sa che è una nostra arma tattica importante. Le altre hanno ruotato tutte disputando un buon match, tra l’altro abbiamo ritrovato anche Walker dopo che aveva avuto qualche problema fisico. La partita di oggi ha dimostrato che quando stiamo bene è difficile batterci”. 

 

Con la vittoria di ieri la Passalacqua spedizioni conquista il punto numero 24 in dodici partite fin qui disputate e adesso è attesa dall’ultima giornata del girone d’andata che vedrà capitan Mauriello e compagne sul parquet del fanalino di coda Calligaris Triestina. Intanto, un’altra bella notizia arriva dal settore giovanile: Giorgia Rimi, atleta del vivaio biancoverde, è stata convocata, tra le riserve, al raduno collegiale della nazionale Under 16 femminile, che si terrà a Biella dal 27 al 30 dicembre. 

 

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.