fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Spettacolo musicale tra recitazione e musica dal vivo

 

Ragusa, 2 aprile 2019 – Far ritrovare ai due ragazzi di Liverpool , alias John Lennon e Paul McCartney ,  la via della riconciliazione . Questo lo spirito che animerà lo spettacolo musicale “The ballad of John and Paul,” una storia in sol minore,  che sarà rappresentato a breve in provincia.  Le date previste sono: a Comiso, il 12 aprile, al Ridotto Teatro Naselli   a Ragusa il 13 aprile , al teatro della Badia di Corso Italia e a Scicli il 14 aprile, da Officinoff.  La storia, scritta da Gianni Marotta e Salvo Giorgio porta la regia di quest’ultimo che ha curato anche le luci e le musiche di scena, la scenografia ed i costumi, invece,  sono di  Alessandro La Cognata. Sul palco la live band “ New Kids in town “(Cristina Gennaro, Marco Comitini, Salvo Giorgio, Massimiliano Coria, Salvo Maione, Alessandro La Cognata, Giovanni Marotta)
Tra recitazione e musica dal vivo, lo spettacolo ricostruisce un immaginario (ma forse nemmeno troppo) incontro tra Paul McCartney e John Lennon, negli studi di registrazione newyorkesi di quest'ultimo nel periodo immediatamente successivo allo scioglimento dei Beatles, quando la tensione tra i due musicisti era ancora elevatissima, tra beghe personali e liti giudiziarie, con Yoko a fare da arbitro e la band di John da fabbrica dei ricordi, nel tentativo improbo di far ritrovare ai due la strada della riconciliazione. Dalla breve sinossi un anticipo di ciò che il pubblico andrà ad assistere: 

“La tua musica è banale alle mie orecchie… eppure in tutti questi anni avresti dovuto imparare qualcosa”… “Troppa gente si sta atteggiando a intellettuale underground e rompe in due i propri colpi di fortuna”… Accuse al vetriolo che all’alba degli anni ’70 costituiscono, apparentemente, l’ultimo filo che – a parte complesse vicende giudiziarie – lega ancora John Lennon a Paul McCartney. Siamo ad un anno dallo scioglimento ufficiale dei Beatles, e una delle principali indiziate di tale crimine prende una posizione inattesa: "... sempre in apparente disaccordo voi due… intimamente consapevoli che la tensione tra Paul e John “uomini” tirasse fuori il meglio di Paul e John “artisti”… Ma troppe volte l’uomo ha rischiato di oscurare l’artista…", avrebbe detto la nota artista giapponese Yoko Ono, da due anni divenuta mrs. Lennon. Avrebbe detto realmente o avrebbe potuto dire? E se, davvero, in un’uggiosa serata newyorkese della fine del 1971, John Lennon e Paul McCartney – su spinta della stessa Yoko – si fossero trovati a confronto proprio quando la tensione tra loro era ancora altissima, in perenne bilico tra magnificenza artistica e ben più prosaiche vicende quotidiane? Tra recitazione e musica dal vivo, lo spettacolo ricostruisce quest’immaginario (ma forse nemmeno troppo) incontro tra Paul e John, con Yoko a fare da arbitro e la band (con cui John aveva appena terminato di incidere l’LP “ Imagine”) nel suggestivo ruolo di fabbrica dei ricordi. Il tentativo, forse vano, di far ritrovare ai due ragazzi di Liverpool la via della riconciliazione apre la strada ad un viaggio tra realtà e fantasia, fatto di ricostruzioni sia storiche che emotive, con un finale dal grande impatto emotivo che, al contrario, è assolutamente reale.

A Comiso l’appuntamento è il 12 aprile alle 19,30, per un aperitivo ed  alle 21 per inizio spettacolo; a Ragusa e a Scicli lo spettacolo avrà inizio alle 21.

 

Giovannella Galliano


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

Libri di Salvo Micciché

Scicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry