fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Concetto al buio

Ragusa, 13 maggio 2019 – Sabato sera al teatro Marcello Perracchio di Ragusa è stato portato in scena “Concetto al buio”, per la regia di Guglielmo Ferro e la partecipazione di Giovanni Arezzo, Agostino Zumbo e Francesco Maria Attardi.

Il testo è tratto dal romanzo omonimo scritto dal drammaturgo palermitano Rosario Palazzolo e tratta temi scottanti e forti, tra cui il tema della ricerca della verità che è stato il leitmotiv di tutto lo spettacolo.

“Concetto al buio” è la storia di un adolescente, la cui vita passa inesorabilmente nella sua stanza. L’unico ponte con il mondo esterno è un piccolo quaderno rosso. Ad averlo scritto è Concetto Acquaviva, interpretato dal talentuoso attore ragusano Giovanni Arezzo. In questo quaderno il protagonista scrive tutto ciò che è accaduto nella sua vita, come una specie di diario segreto, narrando anche le due grandi tragedie della sua esistenza. E, come in un film di magia, tutti i personaggi descritti all’interno del diario segreto prendono vita e si animano. In questo modo, alcune figure importanti per il protagonista, come la madre, il fratello, il prete della parrocchia e il dottore, riempiono di voci e di pensieri le giornate dell’adolescente.

Quello che ne viene fuori è una storia torbida, fatta di ipocrisie, abusi e verità nascoste, filtrate dallo sguardo curioso, ingenuo e puro del protagonista.

“E’ sempre interessante interpretare un bambino”, il commento di Giovanni Arezzo, attore ragusano, diplomato all’Accademia di Arte Drammatica di Roma. “Mettersi nei panni di un ragazzino adolescente è come ritornare indietro nel tempo, in cui si guarda il mondo con purezza e sincerità. Uno sguardo che dovrebbe rimanere così nel tempo, ma nella realtà purtroppo non accade, in quanto la vita e tutte le sue sfaccettature portano a cambiare sguardo.” 

Lucia Nativo


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

Libri di Salvo Micciché

Scicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry