fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Spettacolo
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Modica. International Ballet Competition Sicilia 2016
Modica. International Ballet Competition Sicilia 2016

Modica, 11 giugno 2016 – Torna a Modica l’atteso concorso internazionale di danza che quest’anno, alla sua undicesima edizione, si evolve trasformandosi da “Sicilia Barocca” in “International Ballet Competition Sicilia”, rilanciando ancor di più la sua vocazione internazionale. 

Il concorso nato nel 2006 con la direzione artistica del maestro Evgeni Stoyanov, è dedicato a giovani danzatori, dagli 11 ai 25 anni e prevede le sezioni “classica” e “moderna” divise secondo le categorie allievi, juniores,  seniores e gruppi, oltre alla sezione speciale per le giovani promesse. 

La competizione si svolgerà dal 6 al 10 luglio prossimi. 

Nell’arco di queste cinque giornate ci saranno le esibizioni, le due fasi eliminatorie, la finale e la chiusura con il gala per le premiazioni. Il concorso è presieduto da una giuria che segue i partecipanti durante tutte la fasi e ne decreta infine i vincitori. La giuria sarà presieduta da Tamas Solymosi, direttore del Balletto Nazionale Ungherese, e sarà composta da Caroline Iura (dagli Usa) maitre e coreografa Het/Dutch National Ballet, Iwata Morihiro (dal Giappone) primo ballerino Bolshoi di Mosca e direttore a Ulan Ude, Hikmet Mehmedov (dalla Bulgaria) docente University  of  Dance and Fine Arts, Juhyun Jo (dalla Corea) docente Korean National University of Arts, Max Campagnani (dall’Italia) coreografo internazionale e insegnante tecnica contemporanea. In questi anni il concorso ha avuto partecipanti provenienti da Italia, Giappone, Russia, Bulgaria, Cipro, Grecia, Albania, Repubblica Slovacca, Corea del Sud, Montenegro, Turchia, Cina raggiungendo circa 1500 iscritti nel corso degli anni. Oltre a premi in denaro il concorso prevede anche delle borse di studio assegnate per ogni edizione dai membri di giuria che permettono ai giovani talenti di formarsi presso le più rinomate accademie del mondo. 

Il concorso, la cui organizzazione è coordinata da Ornella Cicero, ha raggiunto in questi anni importanti traguardi grazie anche alla collaborazione decennale con il Comune di Modica che ha beneficiato del forte impatto turistico ed economico che l’evento ha avuto sulla città diventata una tappa prestigiosa nel mondo della danza. Nell’arco dei 5 giorni in cui si svolge la manifestazione infatti i concorrenti candidati, con accompagnatori e genitori a seguito, alloggiano e vivono la città, cogliendo l'occasione per una vacanza nel territorio ibleo, con evidenti ricadute positive per tutto l'indotto del turismo. Nella precedente edizione circa 400 persone hanno soggiornato a Modica e Marina di Modica. 

Al momento il Comune di Modica non ha confermato il suo sostegno economico al concorso per questa edizione 2016 che dunque, nonostante gli evidenti effetti positivi, rischia di essere l’ultima. Si registra una buona volontà, ma oltre alle positive promesse di sostegno, si attendono naturalmente gli atti amministrativi concreti in modo da garantire sia il presente che il futuro stesso del concorso. Eppure già adesso si registra un aumento dei partecipanti dell’area europea, fino al 40%, anche grazie all’apertura dell’aeroporto di Comiso. Si ha già la conferma di presenze da Cipro, Portogallo, Spagna, Corea del Sud, Bulgaria, Giappone  e Russia. 

Come ogni anno, anche per l’edizione 2016 l’evento avrà risonanza nei vari canali di comunicazione. Sarà presente su riviste specializzate di settore e generaliste, in tv ma anche sui social oltre al canale su youtube che fino ad oggi ha avuto un totale di 400 mila visualizzazioni. 

Info su  www.ibcsicilia.com.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

Non ci sono articoli correlati


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry