fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Sport
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Palazzolo Acreide, 7 novembre 2015 – Termina in parità, 1 a 1, l’atteso anticipo della nona giornata del campionato d’Eccellenza tra il Palazzolo e l’Acireale con i gialloverdi che recriminano dopo aver subito il gol del pareggio al termine di un’azione viziata da un palese fallo ai danni del portiere Aglianò. 

A nulla, nella ripresa, sono valsi gli attacchi della squadra guidata da Pippo Strano, che, nonostante un netto predominio territoriale, non è riuscita a trovare il gol-vittoria. Parte fortissimo la squadra di casa, che, dopo il calcio d’inizio e con un paio di precisi passaggi filtranti, si presenta all’interno dell’area avversaria con Carpinteri, il quale subisce un evidente fallo da un difensore acese: l’arbitro indica indiscutibilmente il penalty e dal dischetto Luca Strano realizza spiazzando Arcoria per la sua settima rete stagionale. 

Al 23’ è Serrantino a ricevere da Filicetti e a calciare verso la porta con Arcoria che deve distendersi in tuffo per evitare la seconda rete dei gialloverdi. Il Palazzolo dimostra di riuscire abbastanza bene a tenere a bada gli attaccanti granata e si rende ancora pericoloso, poco prima della mezz’ora, sugli sviluppi di un contropiede. Gli acesi, dal canto loro, non riescono quasi mai a sfondare, ma al 35’, sugli sviluppi di un corner, il portiere Aglianò abbranca la sfera in uscita subendo una spinta che lo fa terminare a terra: nell’occasione è il difensore Zappalà, a porta praticamente sguarnita, a battere a rete di destro per il provvisorio gol dell’1 a 1 tra le veementi proteste dei giocatori della squadra di casa. La rete subita, comunque, non scoraggia in alcun modo i gialloverdi, che, al 44’, sfiorano il gol con un gran sinistro dalla distanza di Carpinteri, che è bravo ad eludere la difesa dell’Acireale e a calciare forte sfiorando il palo. Al 45’, poi, la formazione ospite resta in dieci in seguito ai due gialli rimediati dal difensore Vittorio mentre al 52’, per una parola di troppo ai danni di uno dei guardalinee, anche Millesi viene spedito in anticipo sotto la doccia dal direttore di gara. 

Con la doppia superiorità numerica per quasi tutto il secondo tempo, il tecnico Strano decide di mandare in campo Quarto e Miraglia al posto di Saraceno e Germano. Ed è proprio Miraglia, al 65’, a presentarsi palla al piede davanti al portiere ospite, che, con un po di fortuna e grazie all’aiuto di un compagno, riesce a fermare l’attaccante gialloverde impedendogli di calciare a botta sicura. Palazzolo che vuole a tutti i costi la vittoria con l’Acireale che, dall’altra parte, stringe i denti difendendosi fino a dentro la sua area di rigore. 

Anche i gialloverdi, tuttavia, commettono qualche ingenuità, la più grave al minuto 75’ quando Quarto, dopo un fallo commesso a centrocampo, viene espulso dal direttore di gara. Nel finale il Palazzolo attacca a testa bassa senza più riuscire a trovare la via del gol e rischiando, al 97’, di subirlo dopo un tiro di Gatto che viene neutralizzato con i piedi da Aglianò.

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry