fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Ragusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il successo di Giovanni Caccamo irrompe a Expo Milano 2015. Il Sindaco:  «Alla presentazione del Cluster del cioccolato si è parlato del suo talento»

 

Modica, 14 febbraio 2015 – Il grande successo del cantautore modicano, Giovanni Caccamo, al Festival di Sanremo ha spostato l’interesse mediatico  della stampa nazionale e internazionale alla presentazione del Cluster Del Cacao e del Cioccolato che si tiene, oggi e domani a Milano, nell’ambito di Expo Milano 2015.

Il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, che partecipa all’evento che illustra il cioccolato di Modica, tra le eccellenze del Cluster, è stato bersagliato di domande sul giovane cantautore modicano da parte dei giornalisti presenti.

“Ho già riferito agli inviati della stampa nazionale e internazionale che la città di Modica, annuncia il Sindaco Abbate, sarà accolto come si conviene.

Egli ha dato ampia e convincente dimostrazione del suo innato talento e non solo per i traguardi raggiunti a Sanremo ma perché già in precedenza la critica aveva già puntato gli occhi su questo giovane cantautore azzeccando le  previsioni.

Mi sono già espresso sul valore di questa successo, posso solo dire che Giovanni Caccamo da oggi sarà il testimonial della città di Modica all’esposizione universale di Milano dove saremo presenti in due Cluster: quello del Cioccolato e del Cacao e quello della Biodiversità dove sono presenti altri 14 paesi.

Sapremo rappresentarci al mondo anche con questo nuovo astro nascente della canzone italiana”.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

Logo Ondaiblea


  

Non ci sono articoli correlati


RSS attualità


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry