fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Scicli
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Scicli, 18 gennaio 2021 — Cultura e Tanit Scicli vanno sempre a braccetto e, così, l’associazione sciclitana si è mostrata subito sensibile all’iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Piccoli Musei chiamata Piccoli Musei Narranti per affermare il fatto di essere, con la loro Antica Farmacia Cartia, chiusi ma non fermi a causa della pandemia da COVID-19.

Unici in Sicilia e fra i pochi nel meridione d’Italia, i soci di Tanit hanno prodotto un video dove raccontano, non senza ironia ma con il necessario rigore storico e scientifico, come la farmacia era vissuta durante gli anni venti, con una retrospettiva divertente sulla clientela ma anche sulle modalità di interagire degli abitanti di Scicli con la figura dello speziale, leggendolo, come vuole l’iniziativa nazionale, direttamente dalle fonti dirette.

Tanit Scicli, in collaborazione con la famiglia Cartia, ha aperto i battenti del museo il 6 aprile del 2014 e, dopo quasi sette anni, l’Antica Farmacia è ormai punto di riferimento culturale a Scicli e in provincia di Ragusa, fiduciosa in un 2021 ricco di esperienze e viaggiatori pronti a scoprirla.

Il video che vede protagonista l’Antica Farmacia Cartia fra i Piccoli Musei Narranti dell’Associazione Nazionale Piccoli Musei, può essere visualizzato e condiviso direttamente dal canale YouTube di Tanit Scicli al link di seguito: 

https://www.youtube.com/watch?v=MomEhOjBbxI 

 


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


RSS attualità


Libri di Salvo Micciché

Giovanni Aurispa, umanista sicilianoLa Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e ParmiArgu lu cani
Giovanni Aurispa, umanista sicilianoLa Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana
Salvo Micciché,Giovanni Aurispa, umanista siciliano Carocci EditoreSalvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

Dall'Alba ai GirasoliSikelia 2San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà popolare a ScicliLa Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLibSusanna Valpreda, Sikelia 2, LithosIgnazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Biancavela - StreetLibSusanna Valpreda, Sikelia 2... LithosIgnazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella ... ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare ... Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle Milizie ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry