fbpx

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori info sulla policy Ondaiblea.

Info generali: Garante per la Privacy

Siracusa e dintorni
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Rosolini, 23 aprile 2015  – È stata riaperta al transito la Via Mons. Morana, da Via Archimede a Via Cavour, chiusa da qualche mese per i lavori di consolidamento ed adeguamento del ponte Ristallo Masicugno, del versante delle sede stradale e del muro di contenimento della scuola Elementare S. Alessandra nel Comune di Rosolini.

Lo ha comunicato il Sindaco Corrado Calvo.

I lavori hanno avuto regolarmente corso per l’allargamento della sede stradale ed il muro di contenimento della scuola, ed attualmente, risultano sospesi in quanto per l’esecuzione dei lavori di realizzazione del Ponte è necessario lo spostamento dei cavi Enel e della rete Italgas. Per lo spostamento di tali sottoservizi le società interessate hanno prodotto i preventivi di spesa e gli uffici comunali hanno espletato gli atti propedeutici all’affidamento. Dallo spostamento dei cavi i lavori proseguiranno in tempo utile per il successivo completamento previsto in 60 giorni, salvo proroghe.

“L’allargamento della sede stradale e l’apertura al transito veicolare del tratto interessato dai lavori –dice il sindaco Calvo–, da un lato, riqualifica un contesto urbano degradato dalla presenza di una strozzatura nella vecchia sede viaria e, dall’altro, consente di rendere fruibile al transito un’arteria di importanza strategica, anche perché quella Via immette nella strada per contrada Masicugno e costituisce una vera e propria via di fuga in caso di eventuali calamità naturali, oltre a favorire un sensibile decongestionamento del traffico veicolare”.


© Ondaiblea - Biancavela Press, tutti i diritti riservati
Condizioni

{jathumbnail off images="images/logo.png"}  


Non ci sono articoli correlati


RSS attualità


Libri di Salvo Micciché

La Sicilia dei MiccichéScicli - storia, cultura, religione...Scicli: onomastica e toponomasticaZàghiri e Parmi...Argu lu cani...Dall'Alba ai Girasoli...
La Sicilia dei Micciché Scicli storia cultura e religione (secc. V-XVI) Salvo Micciché, Scicli: onomastica e toponomastica Salvo Micciché, Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Salvo Micciché, Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Marco Iannizzotto e Salvo Micciché, Dall'Alba ai Girasoli, Edizioni Biancavela - StreetLib
Salvo Micciché e Giuseppe Nativo La Sicilia dei Micciché Carocci EditoreSalvo Micciché e Stefania Fornaro Scicli - storia, cultura, religione (secc. V-XVI) Carocci Editore Salvo Micciché Scicli: onomastica e toponomastica (con appendice araldica) Edizioni Biancavela - Il Giornale di Scicli - StreetLib Salvo Micciché Zàghiri e Parmi - Omaggio al Siciliano: poesia, grammatica, glossario Edizioni Biancavela - StreetLib Salvo Micciché Argu lu cani - Cunti, stori, puisia in lingua siciliana Edizioni Biancavela - StreetLib Marco Iannizzotto e Salvo Micciché Dall'Alba ai Girasoli Edizioni Biancavela - StreetLib

Biancavela, Carocci Editore, Streetlib, Il Giornale di Scicli

Ondaiblea  la Rivista del Sudest

Libri consigliati

San Guglielmo Cuffitella...Appunti per una Storia della Pietà...La Sacra Rappresentazione delle Milizie...
Ignazio La China, San Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico, Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China, Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli, Editrice SionLa Sacra Rappresentazione delle Milizie, Editrice Sion
Ignazio La ChinaSan Guglielmo Cuffitella - un profilo agiografico Edizioni ilminutod'OroIgnazio La China Appunti per una Storia della Pietà popolare a Scicli Editrice SionIgnazio La China La Sacra Rappresentazione delle MilizieEdizioni ilminutod'Oro

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry