Cultura
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

La scrittrice e poetessa Marinella Tumino vince il “premio alla carriera” per la sezione Cultura alla IX edizione di Rendi InVersi 

 

Ragusa, 16 settembre 2019 – Al Gran Galà Cultura Rendi InVersi, IX edizione 2019  per la sezione Cultura, il 21 settembre prossimo sarà conferito il Premio alla carriera alla scrittrice e poetessa Marinella Tumino.  Il premio è indetto e organizzato dall’Associazione Cultura GueCI, Città di Rende ed è inserito nella storica manifestazione “Settembre Rendese, 54esima edizione”. 

La giuria che le ha conferito il premio dopo attenta valutazione delle opere e del curriculum, è composta dal presidente Armando Pirolli, scrittore; dal presidente del Premio Anna Laura Cittadino, presidente dell’Associazione GueCi, scrittrice e poetessa, dai giurati Antonella Cittadino, scrittrice-poetessa, Stefania De Rossi, docente-blogger. 

Marinella Tumino in pochi anni si è distinta per le notevoli opere realizzate sia nella prosa che nella poesia. Tanti i premi e i riconoscimenti che costellano la sua carriera sia per la poesia che per la prosa.  Fra i più recenti ricordiamo il 1° premio al Concorso “Come le foglie” 2019 per la poesia “Paragrafemi dell’amore”. È docente di Italiano e Storia presso un istituto tecnico di Ragusa e tra i suoi scritti ricordiamo i saggi “Quel treno per la Polonia” (2011) e “L’Urlo del Danubio (2018), per cui ha vinto il concorso “Un libro per amico” 2019, la lettera di riconoscimento da parte di Papa Francesco, del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e della senatrice Liliana Segre.  Entrambi i libri sono frutto dello studio e della ricerca su temi relativi alla Shoah.  L’autrice ha ricevuto un attestato di merito da parte del Campo di concentramento di Ferramonti per l’impegno profuso. Dal 2016 i suoi libri “Frammenti d’anima” (2014) e “Trame d’inchiostro” (2015) sono archiviati presso l’Université Cencier Sorbonne Nouvelle Paris.   Tra i premi ricevuti in diversi concorsi nazionali ricordiamo anche quello per il racconto “A piccoli passi, lettera a mio figlio” tratto da Trame d’inchiostro, finalista al concorso Efesto di Catania. Il suo ultimo romanzo, “Oltre il cielo di Istambul” è datato marzo 2019 e sta riscuotendo parecchia attenzione da parte dei lettori.

  

Giovannella Galliano

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.