Libri
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
  • Autore: Enrico Cuccodoro
  • Editore: Edizioni Voilier
  • Titolo: Gli impertinenti

Ragusa, 17 settembre 2020 — È cominciata bene la rassegna di libri “Sudest antico&moderno” promossa da Ondaiblea Rivista del Sudest, Associazione Prospettive Iblee (presidente Giuseppe Mariotta) e Fondazione Confeserfidi (presidente Marcello Giordano Pellegrino).

Ieri a Ragusa, al Piccolo Teatro della Badia, il pubblico ha potuto apprezzare la conferenza del prof. Enrico Cuccodoro (costituzionalista presso l’Università del Salento) sul suo libro “Gli Impertinenti – Il viaggio di Sandro e Carla Pertini nell’Italia di oggi” (Edizioni Voilier). Hanno relazionato Francesco Raniolo (Università della Calabria) e Salvo Micciché (Società Ragusana di Storia Patria).

Il prossimo appuntamento con la rassegna sarà il 27 ottobre, sempre a Ragusa presso il Centro Servizi Culturali, con il libro “Sikelia 2. La Sicilia dei Bizantini, i Bizantini in Sicilia” di Susanna Valpreda. Relatori saranno l’archeologo Giovanni Distefano (Università della Calabria e Università Tor Vergata Roma), la numismatica Stefania Santangelo (CNR) e il ricercatore Massimo Cultraro (CNR, Università di Palermo). Sarà presente Salvo Micciché, autore della postfazione del volume. Enzo Piazzese (presidente Archeoclub d’Italia Ragusa) porterà i saluti dell’associazione che collabora all’iniziativa.

 

Intanto, Enrico Cuccodoro, oggi stesso sarà a Caltagirone, a Villa Patti di Santa Maria del Gesù, dove, con l’assessore Antonio Navanzino e Alfio Caruso (Società Calatina di Storia Patria) relazionerà del prezioso volume dedicato a Sandro Pertini e Carla Voltolina, raccontando aneddoti, momenti di storia ed emozioni sul viaggio di #SandroeCarlaPertini rivolto in particolare ai giovani dell’Italia di oggi.

 

Il libro, 340 pp, contiene saggi di diversi autori e di Cuccodoro stesso sulla vita, il pensiero, l’opera del presidente «più amato dagli italiani».

 

s. m.

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.