Sudest
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

#Siracusa, 5 gennaio 2016 – Splendida serata nella sede della sezione provinciale dell'AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, per festeggiare l'inizio del nuovo anno.

Presenti i soci e gli otto volontari del servizio civile per un momento conviviale all'insegna del divertimento e dell'allegria. 

Un'iniziativa che ha dato la possibilità a tante persone con sclerosi multipla di uscire di casa, anche se per una sera. Un benefattore anonimo ha regalato una bottiglia di spumante ed un panettone ad ogni socio come augurio per un 2016 ricco di serenità.

"L'anno appena trascorso - ha commentato il presidente provinciale, Alessandro Ricupero - si è chiuso con lo spettacolo al teatro Vasquez di Antonella Ferrari, al quale hanno preso parte oltre 400 studenti delle scuole. Grazie ad Antonella, nostra madrina nazionale, abbiamo potuto sensibilizzare i più giovani alla sclerosi multipla, malattia del sistema nervoso centrale, che colpisce soprattutto le donne.

E' stata una grande festa che idealmente si è conclusa nella nostra sede quando con i soci abbiamo brindato ad un nuovo anno che per noi si presenta ancora una volta ricco di sfide per cercare di migliorare la condizione delle persone con sclerosi, abbattere molte barriere ed ottenere risultati concreti nel campo della riabilitazione e dei nuovi farmaci". 

Per l'AISM tanti obiettivi da raggiungere. "Ringrazio l'anonimo benefattore per il gradito dono, e adesso pensiamo ai nuovi traguardi da superare per il 2016: intendiamo proseguire sulla strada intrapresa e migliorare il nostro rapporto con l'Azienda sanitaria provinciale. Il direttore generale Brugaletta si è mostrato  attento ad alcune nostre sollecitazioni e sono convinto - ha concluso il presidente provinciale - che la collaborazione porterà presto ad altri risultati per migliorare la vita delle persone costrette tutti i giorni a convivere con la sclerosi multipla".

 

Lo scopo di un'opera onesta è semplice e chiaro: far pensare. Far pensare il lettore, lui malgrado

Paul Valéry

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.